Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 22:00
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Uccidono 4 figli soffocandoli in sacchetti di plastica e nascondono i corpi in una stufa

Immagine di copertina
Il bimbo ritrovato sepolto in un bosco

La coppia non voleva figli e così si sbarazzava dei neonati nati da gravidanze indesiderate ammazzandoli

Non volevano figli e così, ogni volta che la donna rimaneva incinta e partoriva, insieme al marito faceva sparire i corpi dei neonati. Per ben quattro volte la coppia avrebbe ucciso i piccoli subito dopo la nascita, nascondendo i loro cadaveri.

È successo in Polonia, dove Aleksandra J, di 27 anni, e il marito Dawid W, di dieci anni più grande, dovranno rispondere davanti ai giudici di omicidio e occultamento di cadavere. Le indagini sono scattate dopo che i vicini si sono insospettiti: avevano visto la donna incinta per ben quattro volte negli ultimi cinque anni, ma di bambini nemmeno una traccia.

La donna, secondo quanto emerso dalle indagini, negava di essere incinta. A chiunque le chiedesse se aspettasse un figlio, la 27enne rispondeva che “aveva solo problemi di stomaco e non c’era nessuna gravidanza”.

Le indagini sono andate avanti per mesi prima che la verità venisse scoperta: gli inquirenti hanno ritrovato i piccoli cadaveri dei quattro neonati nella casa in cui i due vivevano, a Ciecierzyn. Secondo quanto ricostruito, i due avrebbero soffocato i bimbi appena nati infilandoli in delle buste di plastica, per poi nascondere i corpi senza vita in una stufa e sotto un albero.

La coppia si liberava dei figli indesiderati seguendo sempre lo stesso piano. Il primo bambino è nato sei anni fa, ma dopo di lui la coppia non voleva avere altri figli. Così la donna partoriva da sola nel bagno di casa, per poi prendere i neonati e chiuderli in sacchetti di plastica. Sempre spinta dal compagno.

I vicini di casa sono rimasti profondamente scioccati da quanto successo a pochi passi da casa loro, soprattutto perché nessuno avrebbe sospettato mai della donna: “È una madre premurosa, non avremmo mai immaginato che sotto quel tetto si consumasse quella strage”, hanno detto i vicini alla stampa locale.

L’indagine è ancora in corso e ora Aleksandra e il compagno Dawid rischiano l’ergastolo.

Ti potrebbe interessare
Esteri / I sospetti dei media Usa e inglesi sulla vittoria di Jacobs: “La storia è piena di vincitori dopati”
Esteri / Regno Unito, in autunno terza dose di vaccino per tutti: la decisione di Boris Johnson
Esteri / Vettel contro Orban: indossa la maglietta pro Lgbt. “Sostengo chi soffre, squalificatemi”
Ti potrebbe interessare
Esteri / I sospetti dei media Usa e inglesi sulla vittoria di Jacobs: “La storia è piena di vincitori dopati”
Esteri / Regno Unito, in autunno terza dose di vaccino per tutti: la decisione di Boris Johnson
Esteri / Vettel contro Orban: indossa la maglietta pro Lgbt. “Sostengo chi soffre, squalificatemi”
Esteri / “È un terrorista”: Tokyo, atleta iraniano accusato dopo l’oro nella pistola
Esteri / Donna di 60 anni ruba diamanti per 5 milioni di euro con un gioco di prestigio
Esteri / Donna israeliana dona un rene a un bambino di Gaza: “Ma la politica non c’entra”
Esteri / Teologo musulmano critica i completi delle pallavoliste turche: “Siete sultani della fede, non dello sport”
Esteri / Variante Delta, Fauci: “Vaccinati o no, la contagiosità dei positivi è identica”
Esteri / Obbligo di vaccino per i dipendenti Google e Facebook
Esteri / A che punto è la crisi politica in Tunisia: Said licenzia 20 alti funzionari di governo