Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 07:27
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

75 miliziani arrestati in Repubblica democratica del Congo per stupri e omicidi

Immagine di copertina

Il gruppo di uomini guidato da un deputato locale prendeva di mira giovani donne e ne abusava sessualmente per trarre protezioni sovrannaturali

Venerdì 24 giugno, le autorità della Repubblica democratica del Congo hanno annunciato l’arresto di un gruppo di uomini accusati di aver commesso atti di stupro ai danni di giovani donne.

Il gruppo composto da 75 sospetti miliziani ha agito in prevalenza nella provincia del Kivu Sud, una delle 11 provincie della Repubblica democratica del Congo. Gli arresti sono stati effettuati dopo le continue segnalazioni di atti di violenza e omicidi commessi ai danni di numerose ragazze. 

Tra le persone fermate figura anche un deputato provinciale, Frederic Batumike. Il ministro della Giustizia, Alexis Thambwe Mwamba, ha precisato che Batumike e 74 dei suoi combattenti sono stati arrestati la scorsa settimana  per ripetuti stupri compiuti ai danni di circa 30 donne, nei pressi del villaggio di Kavumu. 

“Egli funge da consigliere per i miliziani, consigliano ai combattenti di violentare ragazze molto giovani con l’intento di poter ottenere una protezione sovrannaturale”, ha sottolineato Thambwe Mwumba.

Il ministro ha poi aggiunto che il deputato locale era stato accusato di essere il mandante degli omicidi di un ingegnere tedesco, Walter Muller,  e di un attivista per i diritti umani congolese, Evariste Kasali. 

Jose Maria Aranaz, il direttore dell’ufficio delle Nazioni Unite sui diritti umani con sede nella Repubblica democratica del Congo, si è congratulato per gli arresti. “Accogliamo con favore l’azione delle autorità di porre fine a queste pratiche orribili e portare i responsabili davanti alla giustizia”.

Sono state circa cinque milioni le vittime del conflitto nella Repubblica democratica del Congo che ha coinvolto il paese per un decennio, dal 1994 al 2003. 

Ti potrebbe interessare
Esteri / Tensioni UE-Polonia, Morawiecki: “Se vorranno la terza guerra mondiale ci difenderemo con tutte le armi”
Esteri / Colpo di Stato in Sudan: arrestati il capo del governo Hamdok e altri ministri
Esteri / Boom di contagi nel Regno Unito, il governo corre ai ripari e apre al Green Pass
Ti potrebbe interessare
Esteri / Tensioni UE-Polonia, Morawiecki: “Se vorranno la terza guerra mondiale ci difenderemo con tutte le armi”
Esteri / Colpo di Stato in Sudan: arrestati il capo del governo Hamdok e altri ministri
Esteri / Boom di contagi nel Regno Unito, il governo corre ai ripari e apre al Green Pass
Esteri / Colombia, catturato il narcotrafficante Otoniel. Il presidente Duque: "È il colpo del secolo"
Esteri / Erdogan espelle 10 ambasciatori occidentali tra cui Usa e Francia
Esteri / I vincitori del Wildlife Photographer of the Year 2021
Esteri / Un sistema progettato per evitare la tirannia della maggioranza ha creato la tirannia della minoranza
Esteri / Senatore eletto coi brogli. Ma neanche ora che è stato scoperto dovrà restituire un euro
Esteri / Esercito Europeo: cos’è, come funziona e chi ne fa parte
Esteri / Scudo spaziale, battaglione da 5.000 unità, cooperazione con la Nato: come sarà l’esercito europeo