Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 16:12
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Campi di prigionia

Immagine di copertina

Un rapporto di Amnesty mostra le immagini satellitari dei campi per prigionieri politici in Corea del Nord, in continua espansione

Prigionieri costretti a scavare la propria fossa e poi uccisi, detenuti strangolati a morte dalla polizia penitenziaria, donne obbligate a prostituirsi e poi fatte sparire. Succede nei campi di prigionia della Corea del Nord, dove si stima che siano rinchiuse circa 200 mila persone che soffrono ogni giorno tremende atrocità.

Il sistema è in continua espansione. L’associazione Amnesty International ha pubblicato l’analisi di alcune fotografie satellitari, scattate nel mese di ottobre, dei 2 campi di prigionia politica (Kwanliso) più estesi del Paese: il campo 15 a Yodok in provincia di South Hamgyong e il campo 16 a Hwaseong nella provincia del Nord Hamgyong. Le immagini, diffuse dalla Cnn, mostrano che il campo 16 si estende per 560 kilometri quadrati – tre volte la dimensione della capitale degli Stati Uniti, Washington Dc – e che in entrambi i campi sono in corso lavori di espansione, compresa la costruzione di nuovi blocchi di abitazioni e impianti di produzione.

L’associazione ha pubblicato inoltre un rapporto che include la testimonianza di una ex guardia carceraria del campo 16 e di alcuni sopravvissuti del campo 15 e denuncia che le strutture sono parte di “continue violazioni sistematiche, diffuse e gravi dei diritti umani in tutto il Paese”.

Nonostante le immagini satellitari e le testimonianze raccolte, Pyongyang continua a negare l’esistenza dei Kwalniso. Secondo Amnesty, molti prigionieri sono detenuti solo perché hanno guardato una soap opera straniera o perché hanno una particolare fede religiosa, altri perché sono legati a qualcuno considerato “politicamente indesiderabile”.

L’autore del rapporto, il ricercatore di Amnesty Corea del Nord, Rajiv Narayan, ha dichiarato alla Bbc: “Le persone vengono inviate nei campi di prigionia politici senza un’accusa, figuriamoci una prova, molti di loro semplicemente perché conoscono qualcuno che è caduto in disgrazia”. Narayan ha aggiunto: “Chiediamo alle autorità nordcoreane di riconoscere l’esistenza dei campi, chiuderli e consentire il libero accesso agli osservatori indipendenti per i diritti umani come Amnesty International.”

Già a settembre di quest’anno, un’inchiesta delle Nazioni Unite sulle violazioni dei diritti umani in Corea del Nord aveva evidenziato le atrocità “indicibili” e “diffuse” che si verificano nei campi e richiedono una risposta internazionale. Tra queste, la storia di una madre costretta a soffocare il proprio bambino e un detenuto costretto a mangiare roditori e lucertole per sopravvivere.

Ti potrebbe interessare
Esteri / “Se siete in questa chiamata siete licenziati”: manager dà il benservito a oltre 900 dipendenti su Zoom
Esteri / India, adolescente decapita la sorella con l’aiuto della madre
Esteri / Processo a Patrick Zaki: firmato ordine di scarcerazione in attesa dell’udienza del primo febbraio
Ti potrebbe interessare
Esteri / “Se siete in questa chiamata siete licenziati”: manager dà il benservito a oltre 900 dipendenti su Zoom
Esteri / India, adolescente decapita la sorella con l’aiuto della madre
Esteri / Processo a Patrick Zaki: firmato ordine di scarcerazione in attesa dell’udienza del primo febbraio
Esteri / La foto di famiglia del deputato Usa tra albero di Natale e armi. È polemica
Esteri / Francia, scontri al primo comizio di Zemmour: il candidato di estrema destra afferrato al collo
Esteri / “La vaccinazione può proteggere da questo”, ospedale tedesco mostra tutti farmaci usati contro il Covid in terapia intensiva
Cronaca / Aung San Suu Kyi condannata a quattro anni di carcere
Esteri / Papa Francesco a Lesbo tra i richiedenti asilo: “Fermiamo questo naufragio di civiltà”
Esteri / Orrore in Germania, cinque morti in una casa: tre sono bambini
Esteri / Il canale della morte: il fotoreportage sulla strage nella Manica su TPI