Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 12:47
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Brexit rimandata al 31 gennaio 2020: lo ufficializza Donald Tusk

Immagine di copertina

Il presidente del Consiglio europeo ha affermato che i 27 Paesi della Ue hanno deciso di accettare la richiesta del Regno Unito di rinviare l'uscita dall'Unione europea

Brexit rimandata al 31 gennaio 2020: lo ufficializza Donald Tusk

La Brexit sarà rimandata al 31 gennaio 2020: lo ha ufficializzato il presidente del Consiglio Europeo Donald Tusk.

Tusk, infatti, sul suo profilo Twitter ha scritto che “I 27 Paesi Ue hanno deciso di accettare la richiesta del Regno Unito di una ‘flextension’ fino 31 gennaio 2020. La decisione sarà formalizzata con una procedura scritta”.

La decisione era nell’aria da giorni e si era resa praticamente inevitabile dopo il voto della Camera del 19 ottobre scorso in cui si rinviava il voto sul deal.

Stop a Johnson, Westminster rinvia la Brexit

Solamente pochi giorni fa, invece, il premier britannico Boris Johnson aveva affermato di essere disponibile a concedere più tempo alle Camere per discutere sulla ratifica dell’accordo con Bruxelles sulla Brexit in cambio di elezioni anticipate da fissare il prossimo 12 dicembre.

Se il Parlamento vuole “veramente più tempo per studiare” il nuovo accordo sulla Brexit raggiunto con l’Unione Europea aveva dichiarato Johnson alla Bbc “possono averlo ma devono acconsentire a elezioni generali il 12 dicembre”.

Brexit: Boris Johnson propone elezioni anticipate il 12 dicembre

Proprio oggi, lunedì 28 ottobre, è previsto il voto del parlamento britannico sulla mozione per la convocazione di elezioni il 12 dicembre, presentata nella serata di giovedì 24 dal ministro Jacob Rees-Mogg.

Ti potrebbe interessare
Esteri / La crisi climatica colpisce Gaza: il territorio palestinese rimarrà senza olio
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Ti potrebbe interessare
Esteri / La crisi climatica colpisce Gaza: il territorio palestinese rimarrà senza olio
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Esteri / Polonia, in piazza per dire No all’uscita dall’Ue: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Buckingham Palace e la Torre di Londra potrebbero finire in fondo al mare: lo studio
Esteri / Dall’Austria all’Etiopia: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Farnesina, gioco delle coppie all’ambasciata in Russia: parentopoli all’italiana
Esteri / Sei vegano? Nel Regno Unito puoi esimerti dal vaccino anti-Covid: “È come una fede religiosa”
Esteri / La regina Elisabetta come Greta: "I leader parlano di ambiente, ma non fanno niente"
Esteri / Quattro podcast che raccontano quattro storie di giovani donne afghane