Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 06:30
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Brexit rimandata al 31 gennaio 2020: lo ufficializza Donald Tusk

Immagine di copertina

Il presidente del Consiglio europeo ha affermato che i 27 Paesi della Ue hanno deciso di accettare la richiesta del Regno Unito di rinviare l'uscita dall'Unione europea

Brexit rimandata al 31 gennaio 2020: lo ufficializza Donald Tusk

La Brexit sarà rimandata al 31 gennaio 2020: lo ha ufficializzato il presidente del Consiglio Europeo Donald Tusk.

Tusk, infatti, sul suo profilo Twitter ha scritto che “I 27 Paesi Ue hanno deciso di accettare la richiesta del Regno Unito di una ‘flextension’ fino 31 gennaio 2020. La decisione sarà formalizzata con una procedura scritta”.

La decisione era nell’aria da giorni e si era resa praticamente inevitabile dopo il voto della Camera del 19 ottobre scorso in cui si rinviava il voto sul deal.

Stop a Johnson, Westminster rinvia la Brexit

Solamente pochi giorni fa, invece, il premier britannico Boris Johnson aveva affermato di essere disponibile a concedere più tempo alle Camere per discutere sulla ratifica dell’accordo con Bruxelles sulla Brexit in cambio di elezioni anticipate da fissare il prossimo 12 dicembre.

Se il Parlamento vuole “veramente più tempo per studiare” il nuovo accordo sulla Brexit raggiunto con l’Unione Europea aveva dichiarato Johnson alla Bbc “possono averlo ma devono acconsentire a elezioni generali il 12 dicembre”.

Brexit: Boris Johnson propone elezioni anticipate il 12 dicembre

Proprio oggi, lunedì 28 ottobre, è previsto il voto del parlamento britannico sulla mozione per la convocazione di elezioni il 12 dicembre, presentata nella serata di giovedì 24 dal ministro Jacob Rees-Mogg.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Al Jazeera denuncia Israele all’Aja: “La giornalista Shireen Abu Akleh fu uccisa deliberatamente”
Esteri / Siria, Erdogan: “A Kobane abbiamo già finito”
Esteri / Regno Unito, allarme streptococco: 9 bambini morti nelle ultime settimane
Ti potrebbe interessare
Esteri / Al Jazeera denuncia Israele all’Aja: “La giornalista Shireen Abu Akleh fu uccisa deliberatamente”
Esteri / Siria, Erdogan: “A Kobane abbiamo già finito”
Esteri / Regno Unito, allarme streptococco: 9 bambini morti nelle ultime settimane
Esteri / L’Ucraina colpisce un’altra base russa con un drone. Mosca: “Risponderemo agli attacchi”
Esteri / Massimiliano Gallo si è sposato in segreto: chi è la moglie Shalana Santana
Esteri / Londra, in coma 25enne italiano massacrato di botte. Rabbia dei familiari: “Abbandonati da tutti”
Esteri / Porta il figlio alla cena aziendale, poi si ubriaca e lo perde: 12enne in ospedale in fin di vita
Esteri / “Presto impiccheremo i dissidenti”: le minacce degli Ayatollah a chi protesta in Iran
Esteri / Lanciamissili “modificati” all’Ucraina per non colpire la Russia: la mossa degli Usa per scongiurare l’escalation
Esteri / Indonesia, approvata una legge che vieta il sesso prima del matrimonio: “Una battuta d’arresto per i diritti”