Brexit, stasera chiude il parlamento ma la regina firma la legge anti no-deal

Di Madi Ferrucci
Pubblicato il 9 Set. 2019 alle 18:18 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 19:42
0
Immagine di copertina

Brexit, stasera chiude il parlamento ma la regina firma legge anti no-deal

Stasera 9 settembre chiude il Parlamento e la sospensione delle attività durerà fino al 14 ottobre, rendendo impossibile la discussione di un rinvio della Brexit oltre il 31 ottobre, data in cui è prevista l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione europea. Alla fine della seduta di oggi la Camera dei Comuni chiuderà i battenti come ha chiesto il premier Boris Johnson il 28 agosto.

La regina però nel frattempo ha fatto la sua contromossa e ha firmato la legge anti-no deal. La proposta dell’opposizione al governo, sottoscritta da Elisabetta II, mira a imporre al primo ministro Boris Johnson la richiesta di un rinvio dell’uscita del Regno Unito dall’Ue oltre il 31 ottobre in mancanza di un accordo con Bruxelles. Si conclude così, dopo l’approvazione parlamentare, l’iter formale del provvedimento promosso dal fronte contrario alla linea del primo ministro Boris Johnson.

Lo speaker Bercow dopo aver comunicato la chiusura del parlamento ha annunciato il suo ritiro in segno di contrarietà rispetto alla decisione di uscire dall’Unione Europea.

Stasera sarà presentata ai comuni per la seconda volta in pochi giorni una mozione dei Tory di Johnson in favore di elezioni anticipate ma i partiti britannici di opposizione hanno già annunciato che non la sosterranno. Il voto è previsto per le 23 italiane.

Brexit: il premier Boris Johnson chiude il Parlamento fino al 14 ottobre. Insorgono le opposizioni

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.