Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 09:15
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Bimba di 3 anni violentata, uccisa e buttata in una scarpata: arrestate 30 persone

Immagine di copertina

La piccola Faryal era scomparsa da casa lo scorso 25 dicembre. La polizia l'ha ritrovata in una scarpata in condizioni terribili

La piccola Faryal era scomparsa lo scorso martedì 25 dicembre, attorno alle 14 da Abbottabad, nel distretto di Khyber Pakhtunkhwa. La bimba, di appena tre anni, era sparita nel nulla. I genitori l’avevano cercata invano per ore prima di rivolgersi alle forze dell’ordine del commissariato locale per denunciarne la scomparsa.

La bambina si trovava a casa, secondo quanto riportano i media locali. Le ricerche della piccola sono iniziate immediatamente, ma purtroppo il loro esito non è stato positivo. A poche ore dall’inizio delle operazioni, gli agenti di polizia hanno ritrovato il corpo senza vita della piccola abbandonato in una scarpata, non distante da casa sua.

Non si è trattato di un incidente. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, la piccola è stata rapita da casa e, prima di essere brutalmente uccisa, è stata violentata. Per ora la polizia ha messo in stato di arresto circa trenta persone, sospettate di aver violentato e ammazzato la piccola.

Gli inquirenti seguono, per ora, la pista del branco. La bambina è “morta a causa della paura e del dolore. È stata violentata”, ha riferito l’agente di polizia, Muhammad Ijaz. Un caso simile è stato registrato a gennaio scorso, quando la piccola Zainab Ansari, di sei anni, fu violentata e uccisa nella zona di Kasur, nel Punjab. La sua vicenda scosse il paese tanto da portarlo a scendere in piazza e protestare. La polizia riuscì poi ad arrestare il suo aguzzino, Imran Ali, condannato a morte e impiccato lo scorso ottobre.

Le storie di bambini vittime di stupri e omicidi si moltiplicano.

Una bambina di tre anni è stata prima rapita, poi violentata e uccisa. In India, a novembre, una bambina di tre anni è stata prima rapita, poi violentata e uccisa. I fatti risalgono a domenica 11 novembre, quando la bambina era intenta a giocare in un parco di Gurgaon, un sobborgo della città di Delhi. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, l’uomo si sarebbe avvicinato alla piccola e, proprio con lo scopo di adescarla, le avrebbe offerto del cioccolato.

Attratta dai dolciumi, la bambina di tre anni avrebbe seguito il suo assassino. L’uomo a quel punto ha portato la bambina lontano dal parco e dagli occhi dei genitori, che, disperati, continuavano a cercarla; poi l’ha violentata sessualmente e infine l’ha ammazzata in modo atroce.

Ti potrebbe interessare
Esteri / I sospetti dei media Usa e inglesi sulla vittoria di Jacobs: “La storia è piena di vincitori dopati”
Esteri / Regno Unito, in autunno terza dose di vaccino per tutti: la decisione di Boris Johnson
Esteri / Vettel contro Orban: indossa la maglietta pro Lgbt. “Sostengo chi soffre, squalificatemi”
Ti potrebbe interessare
Esteri / I sospetti dei media Usa e inglesi sulla vittoria di Jacobs: “La storia è piena di vincitori dopati”
Esteri / Regno Unito, in autunno terza dose di vaccino per tutti: la decisione di Boris Johnson
Esteri / Vettel contro Orban: indossa la maglietta pro Lgbt. “Sostengo chi soffre, squalificatemi”
Esteri / “È un terrorista”: Tokyo, atleta iraniano accusato dopo l’oro nella pistola
Esteri / Donna di 60 anni ruba diamanti per 5 milioni di euro con un gioco di prestigio
Esteri / Donna israeliana dona un rene a un bambino di Gaza: “Ma la politica non c’entra”
Esteri / Teologo musulmano critica i completi delle pallavoliste turche: “Siete sultani della fede, non dello sport”
Esteri / Variante Delta, Fauci: “Vaccinati o no, la contagiosità dei positivi è identica”
Esteri / Obbligo di vaccino per i dipendenti Google e Facebook
Esteri / A che punto è la crisi politica in Tunisia: Said licenzia 20 alti funzionari di governo