Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 12:32
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Perché una piccola città degli Stati Uniti stampa banconote di legno

Immagine di copertina

Correva l’anno 1931 e la piccola città di Tenino, nello stato americano di Washington, come tutti gli Stati Uniti fu colpita dalla grande depressione. Nel dicembre di quell’anno la Citizen Bank, piccola banca locale, arrivò a esaurire i propri soldi e chiuse i battenti.

Durante quell’anno ben mille banche chiusero i battenti in tutti gli Stati Uniti, e la Citizen Bank rappresentava l’unico istituto di credito di Tenino, cosa che rese la crisi economica ancora più grave in questa piccola città.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Mentre i cittadini erano molto preoccupati per i propri risparmi, Don Major, editore del quotidiano locale Thurston County Independent, si recò in Consiglio comunale e propose di sostituire temporaneamente i soldi con qualcos’altro per portare avanti qualsiasi transazione finanziaria in quel periodo.

Molte città, che si erano trovate in condizioni simili, avevano stampato assegni o pagherò per l’occasione. Tuttavia, Major ebbe un’idea diversa che renderà molto famosa la piccola città di Tenino. L’editore iniziò dunque a realizzare banconote in legno, fatte su tranci di abete di dimensioni simili a quelle delle banconote di dollari, cui iniziò ad attribuire un valore.

Questa iniziativa attirò l’attenzione di risparmiatori di tutto il paese, che si recarono nella piccola città del nord ovest per ottenere le nuove banconote in legno.

“L’iniziativa funzionò meglio del previsto” ha dichiarato Loren Ackerman, che oggi continua a stampare banconote in legno commemorative a Tenino. Il Tenino Depot Museum conserva ancora la vecchia macchina con cui venivano realizzate queste banconote e molte testimonianze del periodo in cui la città iniziò a produrre le singolari banconote.

Dopo la fine della grande depressione, infatti, la città di Tenino continuò a stampare banconote di legno. Ancora oggi, le banconote di legno possono essere acquistate in diversi luoghi della città e persino spese: ben 15 esercizi commerciali, infatti, le accettano ancora oggi.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Djokovic, appello respinto: sarà espulso dall’Australia. “Deluso dalla sentenza”
Esteri / Proteste in Kazakistan, aggiornato il bilancio dei morti: sono 225
Esteri / Come in un film, dottoressa fa nascere una bambina in volo: “Si chiama Miracolo”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Djokovic, appello respinto: sarà espulso dall’Australia. “Deluso dalla sentenza”
Esteri / Proteste in Kazakistan, aggiornato il bilancio dei morti: sono 225
Esteri / Come in un film, dottoressa fa nascere una bambina in volo: “Si chiama Miracolo”
Esteri / Eruzione del vulcano sottomarino Hunga Tonga-Hunga Haʻapai, ora è allarme tsunami | VIDEO
Esteri / Novak Djokovic nuovamente in stato di detenzione al Park Hotel. Stanotte decisione definitiva sull’esplusione
Esteri / Stati Uniti, dura accusa alla Russia: “Ha inviato commando in Ucraina per dare il pretesto all’invasione”
Esteri / Principe Andrea estromesso dalla famiglia reale per le accuse di abusi sessuali: “Decisivo il ruolo di William”
Esteri / Francia, Zemmour contro l’inglese: “Non deve essere più usato nell’Ue”
Esteri / Regno Unito, Ikea taglia l’indennità di malattia ai dipendenti non vaccinati costretti all’autoisolamento
Esteri / Niente dialogo tra Usa, Russia e Nato sull’Ucraina, l’Osce: “Guerra mai così vicina”