Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 11:54
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

La banca centrale egiziana ha svalutato la lira del 48 per cento

Immagine di copertina

La liberalizzazione dei tassi di cambio è stata richiesta dal Fondo monetario internazionale tra le condizioni per concedere un prestito da 12 miliardi di dollari

La banca centrale egiziana giovedì 3 novembre ha liberalizzato il cambio della lira, che ha subito una svalutazione del 48 per cento, come richiesto dal Fondo monetario internazionale al quale l’Egitto ha richiesto un prestito di 12 miliardi di euro spalmati su tre anni per avviare un programma di riforme economiche.

È la seconda volta in un anno che la banca centrale interviene sul tasso di cambio, dopo che a marzo il cambio era stato fissato a quasi nove lire per dollaro. Inoltre è stato deciso di alzare il tasso di interesse di tre punti percentuali, al 14,75 per cento.

La quotazione ufficiale iniziale è di circa 14 lire per dollaro, anche se il cambio al mercato nero, che la banca centrale spera di debellare, superava già da giorni le 16 lire.

L’obiettivo della mossa è quello di rafforzare la fiducia nell’economia egiziana e di ridurre il tasso di inflazione. Dall’Fmi è arrivato un commento positivo per la scelta: il capo della delegazione che sta trattando il prestito con l’Egitto ha dichiarato che la liberalizzazione dei prezzi di cambio aiuterà la crescita economica e la creazione di posti di lavoro.

Sebbene la liberalizzazione aiuterà l’Egitto a rafforzare la sua economia, renderà più difficile la vita ai cittadini, causando un’impennata nel prezzo dei beni d’importanzione.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Netanyahu al Congresso Usa: "La nostra lotta è la vostra lotta. Combatteremo fino alla vittoria totale" a Gaza
Esteri / La stampa più stonata di Biden (di G. Gambino)
Esteri / Biden spiega le ragioni del ritiro della sua candidatura: "Dovevo salvare la democrazia"
Ti potrebbe interessare
Esteri / Netanyahu al Congresso Usa: "La nostra lotta è la vostra lotta. Combatteremo fino alla vittoria totale" a Gaza
Esteri / La stampa più stonata di Biden (di G. Gambino)
Esteri / Biden spiega le ragioni del ritiro della sua candidatura: "Dovevo salvare la democrazia"
Esteri / Gaza, Idf: "60 raid in 24 ore. Uccisi numerosi uomini armati". Protezione civile locale: "129 morti a Khan Younis"
Esteri / Usa 2024: ecco chi potrebbe essere il candidato vicepresidente di Kamala Harris
Esteri / Usa, il primo comizio di Kamala Harris: “Controlli sulle armi, accesso all’aborto, lotta alla povertà, sanità a prezzi accessibili e rilancio della classe media”
Esteri / Russia, autobomba a nord di Mosca: “Feriti un alto ufficiale dell’esercito e la moglie”
Esteri / Gaza: 39.145 morti dal 7 ottobre. Idf: "Feriti gravemente due soldati a Rafah"
Esteri / Russia: Mosca paga ai volontari quasi 60mila euro all’anno per combattere in Ucraina
Esteri / Usa: la direttrice del Secret Service Kimberly Cheatle rassegna le dimissioni dopo l’attentato a Trump