Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

La banca centrale egiziana ha svalutato la lira del 48 per cento

Immagine di copertina

La liberalizzazione dei tassi di cambio è stata richiesta dal Fondo monetario internazionale tra le condizioni per concedere un prestito da 12 miliardi di dollari

La banca centrale egiziana giovedì 3 novembre ha liberalizzato il cambio della lira, che ha subito una svalutazione del 48 per cento, come richiesto dal Fondo monetario internazionale al quale l’Egitto ha richiesto un prestito di 12 miliardi di euro spalmati su tre anni per avviare un programma di riforme economiche.

È la seconda volta in un anno che la banca centrale interviene sul tasso di cambio, dopo che a marzo il cambio era stato fissato a quasi nove lire per dollaro. Inoltre è stato deciso di alzare il tasso di interesse di tre punti percentuali, al 14,75 per cento.

La quotazione ufficiale iniziale è di circa 14 lire per dollaro, anche se il cambio al mercato nero, che la banca centrale spera di debellare, superava già da giorni le 16 lire.

L’obiettivo della mossa è quello di rafforzare la fiducia nell’economia egiziana e di ridurre il tasso di inflazione. Dall’Fmi è arrivato un commento positivo per la scelta: il capo della delegazione che sta trattando il prestito con l’Egitto ha dichiarato che la liberalizzazione dei prezzi di cambio aiuterà la crescita economica e la creazione di posti di lavoro.

Sebbene la liberalizzazione aiuterà l’Egitto a rafforzare la sua economia, renderà più difficile la vita ai cittadini, causando un’impennata nel prezzo dei beni d’importanzione.

Ti potrebbe interessare
Esteri / La provocazione di Putin: Edward Snowden diventa cittadino russo
Esteri / Gas, perdite nei gasdotti Nord Stream 1 e 2: “Danni deliberati”
Esteri / Patrick Zaki, ipotesi prolungamento processo
Ti potrebbe interessare
Esteri / La provocazione di Putin: Edward Snowden diventa cittadino russo
Esteri / Gas, perdite nei gasdotti Nord Stream 1 e 2: “Danni deliberati”
Esteri / Patrick Zaki, ipotesi prolungamento processo
Esteri / In fuga da Putin, le autorità della Finlandia: “Oltre 7mila russi entrati lunedì dalla frontiera”
Esteri / Medvedev: “La Russia ha il diritto di usare le armi nucleari se necessario, la Nato non interferirà”
Esteri / DART: la missione spaziale per deviare gli asteroidi che minacciano la Terra
Esteri / Cuba approva con un referendum il codice delle famiglie: le coppie omosessuali potranno sposarsi e adottare
Esteri / Russia, neonazista apre il fuoco in una scuola: almeno 13 morti, tra cui 7 bambini
Esteri / Trionfo Meloni, esultano Orban e Le Pen: “Vittoria meritata”. Premier Borne: “Vigileremo sul rispetto dei diritti umani”
Esteri / Iran: uccisa con 6 proiettili la 20enne Hadis Najafi mentre manifestava per Mahsa Amini