Dimenticata in auto per ore, bambina di 4 anni muore a causa del caldo

Di Cristiana Mastronicola
Pubblicato il 10 Lug. 2019 alle 12:45 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 16:32
0
Immagine di copertina

Una bambina di quattro anni è morta dopo essere stata lasciata in auto sotto al sole rovente per diverse ore. Il drammatico episodio è avvenuto domenica 7 luglio a Rovigno, in Croazia. La bambina è stata trasportata immediatamente presso l’ospedale pediatrico di Fiume, ma nella mattina del 9 luglio non ce l’ha fatta.

A riportare la notizia è il quotidiano locale La Voce del Popolo, su cui si legge che secondo quanto emerso dalle indagini della polizia istriana, il papà della piccola, un parrucchiere di 33 anni, si sarebbe allontanato dall’automobile per questioni di lavoro.

L’uomo si sarebbe dovuto allontanare solo per pochi minuti, ma per ore non è tornato all’auto in cui aveva lasciato la sua bambina. Quando il 33enne si è ricordato della bambina, ormai era troppo tardi. La corsa in ospedale è stata vana.

La bambina di soli quattro anni è morta per i danni cerebrali causati dal caldo eccessivo dell’auto in cui è rimasta chiusa troppo a lungo.

Quello accaduto a Rovigno non è un episodio isolato. Solo qualche settimana fa, negli Stati Uniti, si è registrato un caso simile. Un bambino di un anno e mezzo è morto dopo ore di agonia sotto il sole rovente del Texas. Anche in quel caso, il bambino è stato lasciato in un’auto incandescente, senza lasciargli via di scampo.

Il fatto risale alla mattina del 22 giugno, quando il papà del mattino ha parcheggiato l’auto davanti al ristorante in cui lavora e ha iniziato il suo turno. Il piccolo è stato rinvenuto solo dopo le 16, quando il papà ha staccato da lavoro. Purtroppo per il bambino non c’è stato nulla da fare. Erano passate ben cinque ore e il caldo rovente ha ucciso il piccolo di un anno e mezzo.

Com’è possibile che un genitore dimentichi il figlio in auto

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.