Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 07:48
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Autobomba nella città siriana di Al-Bab: 60 morti e almeno 70 feriti

Immagine di copertina

Tra le vittime si contano anche due soldati turchi, appartenenti alle truppe in sostegno all'esercito siriano. Il bilancio è ancora provvisorio

Un’autobomba è esplosa uccidendo 60 persone e ferendone oltre 70, tra cui molti civili, venerdì 24 febbraio nella città di Al-Bab, in Siria. Lo ha riferito l’emittente televisiva araba Al Jazeera.

Tra le vittime si contano anche due soldati turchi, facenti parte delle truppe in sostegno all’esercito siriano. Il bilancio è ancora provvisorio.

La roccaforte dell’Isis Al-Bab, nel nord della Siria, era stata espugnata dalle forze siriane dopo settimane di violenti combattimenti in cui si sono contate perdite anche tra i militari turchi impegnati nell’offensiva Scudo dell’Eufrate, iniziata il 24 agosto 2016 con l’ingresso delle truppe inviate dalla Turchia in Siria.

Anche se manca la rivendicazione, l’attentato è probabilmente avvenuto per mano del sedicente Stato Islamico, che giovedì 23 febbraio aveva annunciato il ritiro dalla città.

*Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come.*

Nel frattempo, i negoziati sulla crisi siriana presso la sede delle Nazioni Unite a a Ginevra sono incominciati. Le aspettative per un accordo tra il governo siriano e i gruppi di opposizione sono molto basse. Si tratta del quarto round di colloqui mediati in Svizzera dalle Nazioni Unite.

Durante la prima giornata di negoziati, Staffan de Mistura, inviato speciale delle Nazioni Unite in Siria, ha incontrato separatamente entrambe le delegazioni, ma tra le due non vi è stato alcun incontro.

Tra due settimane si celebrerà il sesto anniversario dello scoppio delle proteste popolari in Siria e della conseguente repressione governativa, eventi che hanno gradualmente spinto il paese mediorientale verso una guerra civile con dimensioni regionali e internazionali ed effetti catastrofici sul piano umanitario.

*Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**

Ti potrebbe interessare
Esteri / Guerra in Ucraina. Russia: "La regione di Kursk sotto attacco ucraino". Zelensky: "Ucraina deve diventare Paese più moderno e sicuro d'Europa"
Esteri / Usa, sparatoria alla parata del 4 luglio nell’area di Chicago: “almeno 5 morti e 16 feriti”
Esteri / Ricky Martin accusato di violenza domestica nei confronti dell’ex
Ti potrebbe interessare
Esteri / Guerra in Ucraina. Russia: "La regione di Kursk sotto attacco ucraino". Zelensky: "Ucraina deve diventare Paese più moderno e sicuro d'Europa"
Esteri / Usa, sparatoria alla parata del 4 luglio nell’area di Chicago: “almeno 5 morti e 16 feriti”
Esteri / Ricky Martin accusato di violenza domestica nei confronti dell’ex
Esteri / Usa, 25enne afroamericano ucciso con 60 colpi di pistola dalla polizia durante in inseguimento: il video
Esteri / Anticipazione TPI – Il razzismo verso afroamericani e minoranze negli Usa raccontato da “Il fattore umano”
Esteri / Guerra in Ucraina, Mosca: "Occidente non permette la pace”. Kiev: “Negoziati solo dopo cessate il fuoco”
Esteri / Usa, in Texas torna in vigore una legge del 1925 che vieta l’aborto e lo punisce col carcere
Esteri / Corte Suprema anti-aborto: così da 250 anni i giudici sono al servizio della destra
Esteri / Messico, albergatore italiano ucciso a colpi di pistola: stava andando a prendere le figlie a scuole
Esteri / Guerra in Ucraina, ultime notizie. Potenti esplosioni avvertite a Mykolaiv, nuovi aiuti dagli Usa. Cingolani: “Se Mosca chiudesse il gas, l’inverno potrebbe essere difficile”