Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 15:46
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Tutti gli attentati che hanno colpito Londra nel 2017

Immagine di copertina
La polizia britannica ha affermato di aver impedito altri sei attentati, i cui responsabili saranno processati nei prossimi mesi. Credit: Reuters

Nel 2017 la capitale britannica è stata colpita da quattro attacchi terroristici

L’attacco terroristico avvenuto a Londra, nella stazione di Parsons Green alle 8:20 del 15 settembre, è il quarto attentato avvenuto nella capitale britannica nel 2017, il quinto in tutto il paese.

Le autorità del Regno Unito hanno affermato di aver impedito altri sei attentati, i cui responsabili saranno processati nei prossimi mesi.

Secondo Dominic Casciani, corrispondente della BBC, questa è l’ondata di attacchi terroristici peggiore da quella che colpì il Regno Unito negli anno Settanta e di cui fu responsabile l’IRA.

Quali sono stati gli altri attentati che hanno colpito Londra?

22 marzo, Westminster Bridge

Il primo è avvenuto il 22 marzo 2017, quando un suv travolse alcuni passanti davanti al palazzo di Westminster, sul Westminster Bridge, il ponte che attraversa il Tamigi, di fronte al Big Ben.

Il terrorista alla guida del veicolo poi si diresse a piedi verso il parlamento britannico, dove aggredì con un coltello un poliziotto di guardia.

L’autore è stato poi ucciso a colpi di pistola da due agenti in borghese.

40 persone furono ferite in quell’attentato e sei morirono, inclusi l’attentatore e un poliziotto.

Qui è possibile vedere il video dell’auto che si schiantò contro i cancelli del parlamento di Londra.

3 giugno, London Bridge

Il secondo attentato che ha colpito Londra nel 2017, è avvenuto il 3 giugno 2017. Alle ore 22, un furgone bianco investì alcuni pedoni sul London Bridge.

I tre attentatori alla guida portarono il veicolo fuori dalla carreggiata per investire i pedoni nei paraggi, continuando la propria corsa fino a fermarsi fuori dal pub Barrow Boy and Banker, in Borough High Street.

A quel punto i tre scesero dal mezzo e assaltarono a colpi di arma da taglio i clienti di diversi ristoranti e locali della zona.

Successivamente intervenne la polizia uccidendo i tre attentatori fuori dal Wheatsheaf Pub, dopo otto minuti dalla prima chiamata ricevuta.

Otto persone restarono uccise nell’attacco e 48 furono ferite.

Il secondo attentato che ha colpito Londra nel 2017, è avvenuto il 3 giugno 2017 sul London Bridge e nella zona di Borough Street
Il secondo attentato che ha colpito Londra nel 2017, è avvenuto il 3 giugno 2017 sul London Bridge e nella zona di Borough Street

19 giugno, Finsbury Park

Poco dopo la mezzanotte di lunedì 19 giugno, un furgone piombò su un gruppo di fedeli musulmani a Finsbury Park a nord di Londra, vicino a una moschea dalla quale stavano uscendo le persone radunate per le preghiere del Ramadan.

A seguito dell’attacco, morì un uomo e dieci persone restarono ferite. Alla guida del furgone c’era Darren Osborne, un 44enne di Cardiff.

La moschea di Finsbury Park, nel nord di Londra
La moschea di Finsbury Park, nel nord di Londra. Credit: Hannah McKay

15 settembre, Parsons Green

Venerdì 15 settembre intorno alle 8.20 del mattino, un’esplosione si è verificata nella metropolitana di Londra, alla fermata di Parsons Green, sulla District Line, nella zona di Fulham.

Almeno 22 persone sono rimaste ferite nell’esplosione. La polizia britannica ha riferito che considera i fatti di Parsons Green come un attentato terroristico.

Le prime immagini dell’attentato terroristico avvenuto nella metropolitana di Londra il 15 settembre
Ti potrebbe interessare
Cronaca / “La pandemia poteva essere evitata”: l’inchiesta indipendente che riscrive la storia del Covid
Esteri / Colorado, strage alla festa di compleanno: “Ha ucciso perché non era stato invitato al party”
Esteri / Moni Ovada: “Sono ebreo ma Israele fa una politica infame e strumentalizza la Shoa”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / “La pandemia poteva essere evitata”: l’inchiesta indipendente che riscrive la storia del Covid
Esteri / Colorado, strage alla festa di compleanno: “Ha ucciso perché non era stato invitato al party”
Esteri / Moni Ovada: “Sono ebreo ma Israele fa una politica infame e strumentalizza la Shoa”
Esteri / India, attore 35enne muore di Covid e lascia un video di denuncia: “Sarei sopravvissuto con cure giuste”
Esteri / Ora è guerra Hamas-Israele: “Lanciati oltre 200 razzi”. Netanyahu: “Continueremo a colpire”
Esteri / Unicef: "Sono i bambini di Gaza a pagare il prezzo più alto: 9 morti e 43 feriti"
Esteri / La campagna del governo cinese per impedire alle donne musulmane dello Xinjiang di avere figli
Esteri / Per la prima volta una donna alla guida del Washington Post: la nuova direttrice è Sally Bazbee
Esteri / Cipro, peschereccio italiano speronato da barche turche
Esteri / L’Lsd sarà legale negli Usa: “Può curare malattie mentali gravi”