Arrestato in Spagna un programmatore russo sospettato di hackeraggio durante le elezioni Usa

Pyotr Levashov è stato posto sotto custodia cautelare a Barcellona e avrebbe aiutato Donald Trump durante la campagna elettorale

Di TPI
Pubblicato il 10 Apr. 2017 alle 16:05 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 21:06
0
Immagine di copertina

La polizia spagnola ha arrestato un programmatore russo sospettato di essere coinvolto di hackeraggio durante le elezioni statunitensi. A riportarlo è la stampa spagnola.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Pyotr Levashov, arrestato il 7 aprile a Barcellona, è stato posto sotto custodia cautelare.

Una “fonte legale” ha raccontato all’agenzia di stampa Afp che Levashov era stato soggetto a una richiesta di estradizione da parte degli Stati Uniti.

La richiesta verrà esaminata dalla corte spagnola. Secondo quanto riportato dal sito spagnolo El Confidencial, Levashov è sospettato di aver aiutato Trump durante la campagna elettorale. 

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.