Ari Behn, l’ex genero del re di Norvegia, è morto suicida a 47 anni

Era uno scrittore: dal 2002 al 2017 fu il marito della principessa Martha Louise, con cui ebbe tre figlie. Accusò l'attore Kevin Spacey di molestie sessuali

Di Enrico Mingori
Pubblicato il 26 Dic. 2019 alle 09:26 Aggiornato il 26 Dic. 2019 alle 09:29
72
Immagine di copertina
Ari Behn. Credit: aribehn.com

È morto suicida a 47 anni Ari Behn, scrittore ed ex genero del re di Norvegia. Era l’ex marito della principessa Martha Louise e nel 2017 era stato tra coloro che avevano accusato l’attore Kevin Spacey di molestie sessuali. Non è noto quando sia avvenuto il decesso, ma la notizia è stata confermata dal suo portavoce.

Behn è stato “una parte importante della nostra famiglia per molti anni e abbiamo con noi un buon ricordi di lui”, hanno commentato in una dichiarazione congiunta il re Harald e la regina Sonja. “Siamo grati di averlo conosciuto e siamo dispiaciuti che le nostri nipoti abbiano perso il loro amato padre”.

Autore di numerosi romanzi e opere teatrali, Behn aveva sposato la principessa Martha Louise nel 2002. I due si erano conosciuti tramite la madre di lui, che era la fisioterapista della principessa.

La coppia aveva avuto tre figlie, Maud, Leah ed Emma, per poi separarsi nel 2016 e divorziare l’anno seguente. “Ci sentiamo in colpa perché non siamo più in grado di assicurare alle nostre figlie l’ambiente che meritano”, commentò la principessa.

Nel 2017 Behn fu tra gli accusatori di Kevin Spacey: disse che nel 2007 l’attore lo avrebbe molestato toccandolo sotto a un tavolo in modo inappropriato dopo un concerto per il premio Nobel per la Pace.

Suscitò grandi polemiche un video che lo ritraeva durante una festa a Las Vegas in compagnia di prostitute che assumevano droga.

Leggi anche:

Il governo norvegese ha abolito la deforestazione per legge e finanzia la lotta a chi brucia l’Amazzonia

La Norvegia si rifiuta di trivellare miliardi di barili di petrolio nell’Artico per salvare le meravigliose isole Lofoten

Kevin Spacey, ragazzo ritira accuse di molestie sessuali contro l’attore

72
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.