Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 08:31
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Amsterdam, agguato in strada contro un famoso giornalista investigativo: “Lotta per la vita”

Immagine di copertina
Peter R. de Vries. Credit: EPA/Marcel Van Hoorn

Peter R. de Vries, famoso per le sue inchieste sulla criminalità, è rimasto gravemente ferito

Il giornalista olandese Peter R. de Vries, famoso per le sue inchieste sulla criminalità, è stato gravemente ferito con un colpo di arma da fuoco alla testa nel distretto di Lange Leidsedwarsstraat, nel centro di Amsterdam, ed è ricoverato in condizioni gravi. La polizia ha arrestato tre persone, tra cui potrebbe esserci colui che ha sparato.

L’attacco è avvenuto attorno alle 19.30 di martedì 6 luglio. De Vries, 64 anni, aveva partecipato pochi minuti prima a un programma televisivo di cui è spesso ospite. Secondo alcuni testimoni sarebbero stati sparati cinque colpi da una distanza ravvicinata. Due persone sono state arrestate mentre stavano viaggiando in autostrada, a Leidschendam, circa 50 chilometri a sud di Amsterdam, mentre una terza è stata arrestata nella capitale olandese.

De Vries è molto noto nei Paesi Bassi per essersi occupato di diversi casi di cronaca nera, tra cui il rapimento di Freddy Heineken, l’imprenditore della birra, nel 1983. In passato aveva ricevuto alcune minacce per il suo lavoro e durante alcuni periodi gli era stata garantita la scorta. Nel 2019 De Vries aveva annunciato su Twitter di essere stato informato dalla polizia e funzionari della Giustizia di essere sulla “lista nera” di un criminale latitante.

La sindaca di Amsterdam, Femke Halsema, ha detto in conferenza stampa che de Vries “sta lottando per la vita“, e lo ha definito “un eroe nazionale per tutti noi. Un giornalista raro e coraggioso che cercava la verità instancabilmente”. Diversi messaggi di solidarietà sono arrivati dalle autorità europee dopo la notizia che qualcuno aveva sparato al giornalista olandese: “Questo è un crimine contro il giornalismo e un attacco ai nostri valori di democrazia”, ha detto il presidente del Consiglio Ue Charles Michel, mentre la presidente della Commissione Ursula von der Leyen ha espresso vicinanza a De Vries e alla sua famiglia: “I giornalisti sono un valore per le nostre democrazie e società”, ha dichiarato.

Leggi anche: Orban entra nella lista di Rsf dei “nemici della libertà di stampa”: è il primo leader dell’Ue

Ti potrebbe interessare
Esteri / "Quella maledetta esplosione ha ucciso nostra figlia e distrutto la nostra casa"
Esteri / L’Ungheria evoca l’uscita dall’Ue: “Possibile nel 2030, quando dovremo dare più di quanto riceviamo”
Esteri / A Wuhan torna l’incubo lockdown: isolato un quartiere e chiuse le scuole
Ti potrebbe interessare
Esteri / "Quella maledetta esplosione ha ucciso nostra figlia e distrutto la nostra casa"
Esteri / L’Ungheria evoca l’uscita dall’Ue: “Possibile nel 2030, quando dovremo dare più di quanto riceviamo”
Esteri / A Wuhan torna l’incubo lockdown: isolato un quartiere e chiuse le scuole
Esteri / Bielorussia, ritrovato morto impiccato il dissidente anti Lukashenko scomparso a Kiev
Esteri / I sospetti dei media Usa e inglesi sulla vittoria di Jacobs: “La storia è piena di vincitori dopati”
Esteri / Regno Unito, in autunno terza dose di vaccino per tutti: la decisione di Boris Johnson
Esteri / Vettel contro Orban: indossa la maglietta pro Lgbt. “Sostengo chi soffre, squalificatemi”
Esteri / “È un terrorista”: Tokyo, atleta iraniano accusato dopo l’oro nella pistola
Esteri / Donna di 60 anni ruba diamanti per 5 milioni di euro con un gioco di prestigio
Esteri / Donna israeliana dona un rene a un bambino di Gaza: “Ma la politica non c’entra”