Covid ultime 24h
casi +21.273
deceduti +128
tamponi +182.032
terapie intensive +80

Russia, Alexei Navalny torna a parlare del suo avvelenamento: “C’è Putin dietro a questo crimine”

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 1 Ott. 2020 alle 08:32
307
Immagine di copertina

Alexei Navalny: “C’è Putin dietro il mio avvelenamento”

Alexei Navalny, blogger e leader dell’opposizione russa (qui un suo profilo), torna a parlare del suo avvelenamento e accusa il presidente Vladimir Putin. “Io dico che c’è Putin dietro questo crimine e non ho altra versione di quanto accaduto” ha dichiarato Navalny in un’intervista a Der Spiegel di cui è stato anticipato qualche estratto diffuso dall’agenzia Reuters. Navalny, che da qualche gioro ha lasciato l’ospedale di Berlino, dove è stato ricoverato per più di un mese in seguito all’avvelenamento, ha poi confermato l’intenzione di tornare in patria: “Il mio compito ora è rimanere impavido. E io non ho paura”.

Alexei Navalny si è sentito male il 20 agosto scorso a bordo di un volo che dalla Siberia rientrava a Mosca. L’aereo ha dovuto effettuare un atterraggio di emergenza a Omsk, dove il blogger è stato ricoverato in ospedale. Qui, i medici hanno inizialmente negato che l’uomo fosse stato avvelenato e in un primo momento negato il suo trasferimento in Germania, trasferimento poi avvenuto due giorni dopo il suo ricovero.

Leggi anche: 1. “Navalny non è stato avvelenato in aeroporto ma in un albergo” 2.  Navalny: cosa è successo in quelle due (drammatiche) ore dopo l’avvelenamentoBerlino: “Navalny avvelenato, prove inconfutabili. Mosca spieghi” / 3. Novichok: cos’è, e che effetti ha sul corpo, l’agente nervino usato per uccidere l’ex spia russa Skripal / 4. Russia, il video in aereo dell’oppositore di Putin che grida di dolore: “L’hanno avvelenato”

307
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.