Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 08:11
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Agricoltore sposta per sbaglio il confine: “Il Belgio più grande e la Francia più piccola”

Immagine di copertina
Credit: DAVID LAVAUX

Un agricoltore belga ha spostato accidentalmente il confine con la Francia. L’uomo, infastidito dalla pietra miliare utilizzata per segnare il confine tra Francia e Belgio posta sul percorso del suo trattore, ha finito per piazzarla a 2,29 metri dalla posizione originaria. Spostando di fatto il confine tra le località di Bousignies-sur-Roc (Francia) e Montignies (Belgio).

Una vicenda che ha suscitato ilarità da entrambe le parti senza provocare (per fortuna, ndr) incidenti diplomatici. Ad accorgersene è stato un appassionato di storia locale, durante una passeggiata in mezzo nel bosco. A riportare la notizia è la Bbc.

Ha reso il Belgio più grande e la Francia più piccola: non è una buona idea”, ha detto al canale televisivo francese TF1 David Lavaux, sindaco del villaggio belga di Erquelinnes. “Quando ho appreso la notizia ho provato felicità, la mia città era più grande – ha scherzato il primo cittadino – ma il mio omonimo di Bousignies-sur-Roc non è stato d’accordo”. La pietra di confine risale al 1819, pochi anni dopo la sconfitta Napoleone Bonaparte alla battaglia di Waterloo, quando fu delimitata per la prima volta la frontiera tra la Francia e l’attuale Belgio.

Le autorità locali belghe – secondo quanto riporta la testata Sudinfo – intendono contattare l’agricoltore per chiedergli di riporre la pietra nella sua posizione originale. In alternativa, il caso potrebbe finire sulla scrivania del ministero degli Esteri belga, che dovrebbe convocare la commissione di frontiera franco-belga, organismo dormiente dal 1930.

Lavaux ha osservato che l’agricoltore potrebbe affrontare conseguenze legali, qualora non dovesse collaborare con le autorità. Tuttavia, “se mostrerà buona volontà, non avrà problemi e risolveremo la faccenda amichevolmente“, ha concluso il sindaco.

Leggi anche: Belgio, un pensionato riceve da 9 anni pizze a domicilio che non ha mai ordinato

Ti potrebbe interessare
Esteri / Arrestati in Congo gli assassini dell’ambasciatore Attanasio. “Volevano rapirli”
Esteri / Regno Unito, al via test per settimana lavorativa di 4 giorni
Esteri / Covid, in calo i contagi nel Regno Unito. L’Oms: “La fine della pandemia non è lontana”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Arrestati in Congo gli assassini dell’ambasciatore Attanasio. “Volevano rapirli”
Esteri / Regno Unito, al via test per settimana lavorativa di 4 giorni
Esteri / Covid, in calo i contagi nel Regno Unito. L’Oms: “La fine della pandemia non è lontana”
Esteri / Roberta Metsola è la nuova presidente del Parlamento Europeo: “Onorerò David Sassoli”
Esteri / Cantante folk prende volontariamente il Covid per non fare il vaccino e muore
Esteri / Siberia, cinque ragazzi trovano e salvano una bambina appena nata abbandonata a -20 gradi
Esteri / Francia, la proposta shock del candidato Zemmour: “Scuole separate per studenti disabili”
Esteri / Djokovic espulso dall’Australia, il presidente serbo: “Trattato come un assassino seriale”
Esteri / “Il futuro dipende dai non vaccinati, salveranno l’umanità”: l’ultima teoria folle del Nobel Montagnier
Esteri / Djokovic, appello respinto: sarà espulso dall’Australia. “Deluso dalla sentenza”