Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:41
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Afghanistan: ucciso il fotoreporter premio Pulitzer Danish Siddiqui

Immagine di copertina
Il reporter e fotografo della Reuters Danish Siddiqui è stato ucciso oggi in Afghanistan mentre stava seguendo gli scontri tra le forze di sicurezza afghane e i talebani vicino a un valico di frontiera con il Pakistan. Credit: ANSA/Twitter Danish Siddiqui

Danish Siddiqui, un fotoreporter indiano dell’agenzia di stampa Reuters e vincitore del premio Pulitzer nel 2018, è rimasto ucciso oggi nel sud dell’Afghanistan nel corso di alcuni combattimenti tra i talebani e le forze regolari locali.

Il fotografo era di stanza nella provincia di Kandahar dove stava comprendo gli scontri tra talebani e forze di sicurezza afgane divampati nel distretto di Spin Boldak, al confine con il Pakistan, quando è stato colpito da un proiettile. Secondo Reuters, il colpo potrebbe forse essere stato sparato da un cecchino.

Il portavoce del governo provinciale afgano, Bahir Ahmad Ahmadi, ha rivelato che il fotoreporter si trovava nella zona di Kandahar da due settimane. Il decesso di Siddiqui è stato confermato anche dal portavoce del ministero dell’Interno afghano, Tariq Arian, che però non ha fornito ulteriori dettagli sulla morte del giornalista.

Secondo Najib Sharifi, direttore del Comitato per la sicurezza dei giornalisti afghani di stanza a Kabul, Siddiqui è il secondo fotoreporter straniero a restare ucciso negli scontri avvenuti in Afghanistan, dopo lo statunitense David Gilkey, morto nel 2016.

Durante la sua carriera, Siddiqui ha documentato le guerre in Afghanistan e Iraq, occupandosi anche della crisi dei rifugiati Rohingya, per cui ha vinto il premio Pulitzer tre anni fa. Il fotoreporter indiano aveva poi coperto le proteste a Hong Kong e il sisma in Nepal.

Intanto, come mostra la mappa elaborata da The Long War Journal, continua l’avanzata in Afghanistan dei talebani, arrivati a controllare ben 223 su 407 distretti del Paese asiatico, oltre il 54 per cento del territorio nazionale. Gli “studenti delle scuole coraniche” controllano anche quasi tutti i valichi di confine. Il governo di Kabul, sostenuto da Stati Uniti e Paesi europei, controlla principalmente le grandi città e larghe porzioni della vasta area vicina alla capitale.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Francia, scoppia un incendio in casa: muoiono mamma e figlia di 2 anni, grave il papà
Esteri / Frank Vallelonga Jr. trovato morto nel Bronx: addio all’attore di Green Book
Esteri / Istanbul, rilasciata l’italiana Procopio
Ti potrebbe interessare
Esteri / Francia, scoppia un incendio in casa: muoiono mamma e figlia di 2 anni, grave il papà
Esteri / Frank Vallelonga Jr. trovato morto nel Bronx: addio all’attore di Green Book
Esteri / Istanbul, rilasciata l’italiana Procopio
Esteri / “Pacchi insanguinati” inviati alle ambasciate ucraine in Europa. Anche in Italia
Esteri / Usa, bimbo di 10 anni uccide la madre con una pistola: non gli aveva comprato un giocattolo
Esteri / Usa, partita di golf finisce in tragedia: giocatore strappa a morsi il naso del suo avversario dopo una lite
Esteri / Medico si addormenta al volante dopo un turno estenuante in ospedale e falcia 4 persone: condannato
Esteri / Attentato a Susanna Schlein (sorella di Elly) ad Atene: è la prima consigliera dell’ambasciata italiana
Esteri / Russia, Lavrov accusa: “Militari ucraini addestrati anche in Italia”. La smentita del ministero della Difesa
Esteri / Biden: “Pronto a parlare con Putin”. La risposta del Cremlino: “Prima gli Stati Uniti riconoscano come russe le regioni annesse”. E Macron lancia una conferenza per la pace a Parigi