Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 10:18
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

La polizia lo crede morto: 30enne si nasconde per 5 anni nei boschi

Immagine di copertina

È la trama perfetta per un film la storia di Ricardas Puisys, oggi 35enne, che era scomparso nel 2016 e sul quale incombeva l’ipotesi dell’omicidio. Di nazionalità lituana, Puisys lavorava in un’industria alimentare a Chatteris nel Cambridgeshire, nel Regno Unito, e l’ultima volta era stato visto assieme a un gruppo di lituani. Poi di lui più nulla. Un vero e proprio giallo: dopo cinque anni in cui non dava segni di sé, la polizia lo ha ritrovato in un bosco.

Puisys si è nascosto per scappare da qualcosa, sebbene non sia ancora completamente chiaro da che cosa. L’ipotesi su cui lavorano gli inquirenti è che si sia dileguato per sottrarsi a una situazione di sfruttamento e di minacce: che fosse cioè tenuto in condizioni di schiavitù da una gang di trafficanti di esseri umani, costringendolo a lavorare gratis nei campi o in qualche stabilimento clandestino della zona, possibilmente collegato ad attività criminali. Vicende analoghe sono emerse spesso negli ultimi anni nel Regno Unito.

All’inizio di luglio si è scoperto che Puisys in realtà era ancora vivo e si era dato alla macchia nei pressi della cittadina di Wisbech a poco meno di 30 km di distanza: “Viveva in una sistemazione nel sottobosco, davvero ben nascosta”, confermano gli agenti, “si era nascosto di sua volontà e non aveva parlato con nessuno per diverso tempo”.

“Abbiamo volutamente aspettato per annunciare il suo ritrovamento, volevamo garantire la sua incolumità. Adesso è al sicuro e stiamo lavorando affinché ottenga il supporto necessario, dopo aver vissuto per diverso tempo in condizioni decisamente precarie”, confermano i detective.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Svizzera, vincono i sì al referendum sui matrimoni gay: favorevoli quasi due terzi degli elettori
Esteri / A San Marino l’aborto è diventato legale
Esteri / Elezioni Germania, crolla la Cdu. Spd avanti: per governare serve l'accordo con Verdi e Liberali
Ti potrebbe interessare
Esteri / Svizzera, vincono i sì al referendum sui matrimoni gay: favorevoli quasi due terzi degli elettori
Esteri / A San Marino l’aborto è diventato legale
Esteri / Elezioni Germania, crolla la Cdu. Spd avanti: per governare serve l'accordo con Verdi e Liberali
Esteri / Elezioni in Germania, proiezioni: Spd in leggero vantaggio sulla Cdu
Esteri / I talebani appendono i cadaveri di 4 uomini a una gru nella piazza di Herat: “Ecco la pena per i rapitori”
Esteri / Nel Regno Unito mancano cibo e benzina, la colpa è della Brexit e nessuno lo dice
Esteri / Afghanistan, attentato esplosivo a Jalalabad: 8 morti
Esteri / “Tassate noi ricchi”: a TPI parla l’ereditiera tedesca che propone la patrimoniale per colmare le disuguaglianze
Esteri / Tunisia: il presidente Saied si attribuisce poteri quasi illimitati. “È un colpo di stato”
Esteri / Draghi: "L'Italia donerà 45 milioni di vaccini ai Paesi più poveri"