Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 22:00
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Usa, arrestato il rapper 21 Savage: “È un immigrato irregolare”

Immagine di copertina
21 Savage

Il cantante è stato bloccato poche ore prima della finale del Super Bowl

21 Savage, rapper e produttore discografico (inglese o americano, c’è mistero sulle sue origini), è stato arrestato negli Stati Uniti dalle autorità anti-immigrazione il 3 gennaio 2019. Secondo il dipartimento, l’uomo vivrebbe nel Paese da circa 12 anni senza un regolare permesso di soggiorno: entrato illegalmente nel 2005 – allora 13enne – ha passato buona parte della sua esistenza in Georgia.

E proprio ad Atlanta, capitale dello stato americano, il cantante è stato bloccato poche ore prima del Super Bowl. Secondo quanto affermato da un portavoce dell’immigrazione, Bryan Cox, 21 Savage è “un cittadino britannico illegalmente presente sul suolo statunitense”. Il visto, che valeva solo per un anno, non sarebbe mai stato rinnovato.

“Stiamo lavorando per fare uscire il signor Shayaa Bin Abraham-Joseph (è questo il suo vero nome, ndr) dalla prigione, stiamo dialogando con le autorità per dissipare ogni malinteso”, ha dichiarato Dina LaPolt, legale del rapper. Che ha poi aggiunto: “Il nostro assistito è un modello per i ragazzi di Atlanta e sta lavorando assieme alle autorità per un programma governativo rivolto ai giovani disagiati economicamente per istruirli in termini economico-finanziari”.

In attesa che la Corte federale dell’immigrazione si esprima sul caso, 21 Savage è attualmente “in custodia dell’Ice in Georgia”

Il cantante, comunque, era già noto alle autorità per altri precedenti. Nel 2014 era stato arrestato per spaccio di sostanze stupefacenti nella contea di Fulton.

Chi è 21 Savage

Pseudonimo di Shayaa Bin Abraham-Joseph, 21 Savage è nato (probabilmente) in Inghilterra il 22 ottobre 1992. Il rapper – figlio di una donna dominicana, padre di tre figli – si fa subito notare sulla scena musicale non solo per lo stile, ma anche per i testi, spesso al centro delle polemiche.

Candidato ai Grammy Awards 2019, 21 Savage ha alle spalle già tre album in studio: Issa Album, Without warning e I am > I was. Molto celebri sono i suoi mixtape The slaughter tape e Slaughter king.

LEGGI ANCHE: Chi è Liberato, il misterioso cantante napoletano che piace a tutti

Ti potrebbe interessare
Esteri / Conflitto tra Israele e Hamas: "I bambini di Gaza pagano il prezzo più alto: 9 morti e 43 feriti"
Esteri / La campagna del governo cinese per impedire alle donne musulmane dello Xinjiang di avere figli
Esteri / Per la prima volta una donna alla guida del Washington Post: la nuova direttrice è Sally Bazbee
Ti potrebbe interessare
Esteri / Conflitto tra Israele e Hamas: "I bambini di Gaza pagano il prezzo più alto: 9 morti e 43 feriti"
Esteri / La campagna del governo cinese per impedire alle donne musulmane dello Xinjiang di avere figli
Esteri / Per la prima volta una donna alla guida del Washington Post: la nuova direttrice è Sally Bazbee
Esteri / Cipro, peschereccio italiano speronato da barche turche
Esteri / L’Lsd sarà legale negli Usa: “Può curare malattie mentali gravi”
Esteri / India, dal fiume Gange riaffiorano cadaveri: “Sono vittime del Covid”
Esteri / Spari e studenti in fuga dalle finestre: il video della strage nella scuola di Kazan
Esteri / Sparatoria in una scuola in Russia: almeno otto vittime
Esteri / In Colombia la polizia sta massacrando le popolazioni indigene che protestano contro il governo
Esteri / Gaza brucia ancora, pioggia di bombe nella notte: “Muoiono anche i bambini”