Me
HomeEconomia

Pensioni news, le ultime notizie di oggi | La rivalutazione del governo non piace ai sindacati

Da Quota 100 a Opzione Donna: tutte le ultime notizie e novità in materia di pensioni

Di Giovanni Macchi
Pubblicato il 4 Nov. 2019 alle 06:15 Aggiornato il 4 Nov. 2019 alle 17:20
Immagine di copertina
Credit: ANSA / CIRO FUSCO

Pensioni news e Quota 100: le ultime notizie di oggi

In questo articolo puoi trovare le ultime news e novità in tema pensioni. Tutte le notizie sul sistema previdenziale e sui programmi di pensionamento anticipato, da Quota 100 a Opzione Donna, aggiornate alla data di oggi, lunedì 4 novembre 2019.

Manovra: via libera alle rivalutazioni delle pensioni. Ma per i sindacati non va

Nella nuova bozza della manovra economica c’è anche la rivalutazione al 100 per cento delle pensioni fino a quattro volte il minimo  (fino a 2.029 euro al mese). Per le pensioni tra le tre e le quattro volte il minimo la rivalutazione passa dal 97 al 100 per cento.

Stando alle tabelle allegate alla manovra, l’ampliamento della platea di pensioni per cui varrà la rivalutazione al 100 per cento costerà allo Stato 6 milioni di euro nel 2020, che saliranno a 29 milioni nel 2021 e a 63 milioni nel 2022.

L’intervento – che riguarderebbe circa 2,8 milioni di pensionati – non soddisfa i sindacati, secondo cui la rivalutazione si tradurrà in un aumento da circa 3 euro all’anno. Secondo i calcoli della Spi-Cgil, coloro che adesso intascano tra i 1.522 e i 2.029 euro al mese nel 2020 dovrebbero recuperare circa 79 euro l’anno a fronte dei 76,7 euro del 2019.

“Bisognerebbe dare la rivalutazione piena almeno fino alle pensioni tra le sei e le sette volte il minimo”, attacca Ivan Pedretti, leader del sindacato. “E bisognerebbe dare risposte sulla quattordicesima allargandola anche a coloro che hanno redditi da pensione tra i 1.000 e i 1.500 euro al mese”.

Pensioni news: nel 2020 due nuove commissioni tecniche

Entro la fine di gennaio 2020 saranno istituite due commissioni tecniche sulla previdenza che si dovranno occupare dei lavori gravosi, da un lato, e della spesa pensionistica e assistenziale, dall’altro. Lo prevede l’ultima bozza della manovra economica varata dal governo.

Entrambe le commissioni saranno presiedute dal ministro del Lavoro e vedranno al tavolo i ministero dell’Economia e della Salute, l’Istat, l’Inail, l’Inps e dovranno concludere i loro lavori entro la fine del 2020.

La prima commissione dovrà valutare la gravosità dei lavori guardando anche ad età, condizioni dei lavoratori ed esposizione ambientale. Alla commissione gravosi parteciperanno anche rappresentanti di imprese e sindacati. La seconda avrà invece il compito di classificare, e comparare con le esperienze internazionali, la spesa per previdenza e assistenza.

Tutte le news di pensioni dei giorni scorsi

Per tutti i dettagli su Pensioni Quota 100, ed anche su Pensioni Opzione DonnaQuota 41Ape social e volontaria ecco una serie di link utili: