Pensioni news, le ultime notizie di oggi | Italia Viva chiede l’abolizione di Quota 100

Da Quota 100 a Opzione Donna: tutte le ultime notizie e novità in materia di pensioni

Di Giovanni Macchi
Pubblicato il 14 Ott. 2019 alle 06:22 Aggiornato il 14 Ott. 2019 alle 20:57
13
Immagine di copertina
Credit: ANSA / CIRO FUSCO

Pensioni news e Quota 100: le ultime notizie di oggi

In questo articolo puoi trovare le ultime news e novità in tema pensioni. Tutte le notizie sul sistema previdenziale e sui programmi di pensionamento anticipato, da Quota 100 a Opzione Donna, aggiornate alla data di oggi, lunedì 14 ottobre 2019.

Pensioni, il governo apre su mini-rivalutazione degli assegni fino a 2mila euro

Il governo avrebbe aperto a uno sblocco, seppure minimo, dell’indicizzazione delle pensioni. La rivalutazione sarebbe piena per gli assegni da 1.500 a 2.000 mila euro mensili. Così Cgil, Cisl e Uil al termine dell’incontro al Mef sulla manovra.

Quota 100, Italia Viva chiede l’abolizione: maggioranza a rischio tra le polemiche

La proposta del deputato di Italia Viva, Luigi Marattin, di abolire Quota 100 con la prossima manovra economica sta mettendo in serio pericolo la tenuta della maggioranza giallorossa. “A fronte del fatto che le risorse per la legge di bilancio 2020 non sono ancora del tutto definite, Italia Viva propone l’abolizione totale di Quota 100″, ha detto il parlamentare del partito di Matteo Renzi. Immediata la reazione del M5s.“Quota 100 non si tocca. È una misura sperimentale che scade nel 2021 e come tale va portata a termine senza fare modifiche”, ha detto il ministro del Lavoro e delle Politiche sociali Nunzia Catalfo. Il premier Giuseppe Conte prova a mediare, ma le tensioni hanno raggiunto anche il vertice notturno a Palazzo Chigi. Vertice riunito perché la bozza della manovra deve essere consegnato a Bruxelles entro domani, 15 ottobre. E Matteo Salvini, leader della Lega ed ex vicepremier, tuona: “Se aboliscono Quota 100 li chiudiamo nel Parlamento”.

QUI l’articolo completo

Come sta andando Quota 100

L’improvviso cambio di governo di fine estate non provocherà alcuna beffa per i nati nel 1958 e 1959. Quota 100, il programma di pensionamento anticipato che consente di andare in pensione con almeno 62 anni d’età e 38 di contributi, resterà in vigore anche per il 2020 e il 2021, ossia fino al termine della sperimentazione triennale decisa a inizio 2019 dall’esecutivo M5S-Lega.

Dal fondo stanziato per Quota 100 alla fine di quest’anno dovrebbero avanzare circa 1,5 miliardi di euro. Rispetto ai 3,8 miliardi stanziati, infatti, la spesa complessiva per i programmi di pensionamento anticipato senza adeguamento dei requisiti alla speranza di vita non dovrebbe superare i 2,1 miliardi. Questo significa un risparmio che, a tre mesi dalla fine dell’anno, è attualmente pari a 1,7 miliardi di euro.

Secondo i numeri forniti dall’Inps, a fronte delle 290mila domande che erano state previste, ne sono arrivate appena 184.890. Questa sottostima ha determinato il risparmio di cui sopra. Le persone che hanno chiesto la pensione con Quota 100 con meno di 63 anni sono state 71.831 mentre 78.896 sono nella fascia tra i 63 e i 65 anni. Sono 34.163, infine, coloro che hanno fatto domanda che hanno più di 65 anni.

Tutte le news di pensioni dei giorni scorsi

Per tutti i dettagli su Pensioni Quota 100, ed anche su Pensioni Opzione DonnaQuota 41Ape social e volontaria ecco una serie di link utili:

13
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.