Me

Pensioni news: Quota 100 e altre novità, le ultime notizie di oggi mercoledì 11 settembre

Tutti gli aggiornamenti in materia di previdenza sociale

Di Giovanni Macchi
Pubblicato il 11 Set. 2019 alle 16:22 Aggiornato il 11 Set. 2019 alle 16:23
Immagine di copertina
Pasquale Tridico, Presidente Inps. Credit: ANSA/CLAUDIO GIOVANNINI

Pensioni news: Quota 100 e altre novità, le ultime notizie di oggi

In questo articolo puoi trovare tutte le news e le ultime novità di oggi in tema di pensioni e dei programmi di pensionamento anticipato come Quota 100, Opzione donna, Ape social e via dicendo. La caduta del governo M5S-Lega e la nascita dell’esecutivo Conte bis, sostenuto da M5S e Pd, ha generato molte domande tra i contribuenti su quali saranno le politiche del nuovo governo in materia pensionistica. Di seguito tutte le notizie in tempo reale e le informazioni utili, aggiornate alla data di oggi, mercoledì 11 settembre 2019.

Pensioni, +Europa,dopo allarme ragioneria eliminare quota 100

“La Ragioneria Generale dello Stato ha spiegato ai lavoratori di oggi e di domani quanto costerà loro il privilegio per pochi chiamato Quota 100: 63 miliardi di euro da qui al 2036. Una misura costosa, iniqua e pericolosa per gli equilibri finanziari dello Stato”. Lo dichiara il vicesegretario di Più Europa, Piercamillo Falasca. “Con Più Europa chiediamo al governo e al parlamento l’eliminazione immediata di Quota 100 fin dal 2020, per evitare l’aumento dell’Iva ma anche per ripristinare una piena parità di condizioni tra gli over 60 che oggi possono godere di questo beneficio e i tantissimi lavoratori di oggi e di domani che non avranno mai i requisiti per goderne. Il premier Conte – conclude Falasca –

Pensioni, Di Maio: “Alla legge Fornero non si torna”

“Sono il ministro del Lavoro che ha fatto il decreto dignità, il reddito di cittadinanza, quota 100. Questi provvedimenti non si toccano”. Lo ha ribadito a diMartedì su La7, Luigi Di Maio, leader del Movimento 5 stelle e ministro degli Esteri.  “Alla legge Fornero non si torna, sia ben chiaro, questa è una garanzia che dà il Movimento 5 stelle”, ha aggiunto.

Pensioni news: il presunto accordo tra Pd e M5S su Quota 100

Come noto, i due partiti che reggono la nuova maggioranza di governo hanno posizioni distanti in materia di pensioni. La divergenza è ampia in particolare sul programma Quota 100, che consente di andare in pensioni ai contribuenti che hanno almeno 62 anni d’età e 38 di contributi. I Cinque Stelle hanno fatto di Quota 100 uno dei loro cavalli di battaglia (insieme ai loro ex alleati della Lega), mentre i dem sono contrari, ritenendo il provvedimento pericoloso per la tenuta dei conti pubblici e del sistema previdenziale nel lungo periodo.

Pd e M5S sono divisi, ma secondo alcune indiscrezioni, ora che sono al governo insieme, avrebbero trovato un compromesso. Questo accordo prevede che Quota 100 resti in vigore, come previsto, fino al 2021 ma che poi non venga rinnovata. Secondo un retroscena pubblicato ieri dal quotidiano Repubblica, Quota 100 sarà sostituita, da una forma di anticipo pensionistico sociale (Ape social) opportunamente rafforzato rispetto all’attuale normativa (qui l’articolo completo).

La ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo, è intervenuta sul punto per precisare che la misura “rimane”.  “Quota 100 rimane. Poi se ci saranno dei miglioramenti da fare  li faremo”, ha spiegato la ministra.

Da Quota 100 4 miliardi di risparmi per lo Stato

Nel suo primo anno di applicazione, il programma Quota 100 ha registrato meno adesioni del previsto. Questa circostanza, a fine anno, genererà un risparmio per le casse dello Stato quantificato in circa 4 miliardi di euro. A dare i numeri è stato direttamente il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico.

“Quota 100 non è esplosiva per conti pubblici: abbiamo avuto circa 170mila domande di quota 100 per pensionamento anticipato e questo vuol dire circa la metà rispetto a quanto previsto in sede di relazione tecnica, circa 290mila”, ha fatto notare Tridico lo scorso lunedì, a margine di un incontro ad Ancona sul tema alla direzione regionale Inps Marche.

“Lo stesso”, ha proseguito Tridico in relazione al risparmio, “avverrà probabilmente anche per il prossimo anno: c’è un ‘tiraggio’ inferiore rispetto agli 8 miliardi in previsione, se ne risparmieranno probabilmente 4.

Quota 100, ha detto ancora il presidente dell’Inps, “penso che nel triennio debba essere mantenuta perché sta dando una maggiore flessibilità in uscita a persone che erano state un po’ intrappolate” dalla precedente riforma. “È un’opzione in più data a persone che hanno avuto una carriera difficile e un percorso più faticoso e decidono di andare in pensione a 62 anni con 38 anni di contributi oppure a 64 anni”.

Dentro il Rojava, guerra di Siria

“In realtà”, ha precisato ancora Tridico, “la media delle persone pensionate con Quota 100 non è 62 ma 64-65, cioè 38 anni si raggiungono con 64 anni di età”.

Tutte le news di pensioni dei giorni scorsi

Per tutti i dettagli su Pensioni Quota 100, ed anche su Pensioni Opzione DonnaQuota 41Ape social e volontaria ecco una serie di link utili: