Me

Reddito di cittadinanza, con un questionario online scopri se hai i requisiti: parte il progetto “Inps per tutti”

Il test serve per scoprire anche a quali altre prestazioni si ha diritto

Di Maria Teresa Camarda
Pubblicato il 14 Ott. 2019 alle 18:24 Aggiornato il 14 Ott. 2019 alle 19:08
Immagine di copertina
Il presidente dell'Inps Pasquale Tridico

Reddito di cittadinanza, Inps per tutti ti dice se hai i requisiti

Per verificare i requisiti di accesso al Reddito o alla Pensione di Cittadinanza, ma anche alle altre prestazioni erogate da Inps, è disponibile da oggi il questionario “Inps per tutti”. Un progetto presentato dal presidente Pasquale Tridico che “punta a raggiungere i cittadini più fragili, quelli che spesso non hanno le informazioni sui loro diritti”. Collegandosi

Il questionario, disponibile sul sito dell’Inps, servirà a sapere se si ha diritto alle seguenti prestazioni:

  • Reddito di Cittadinanza e Pensione di Cittadinanza;
  • assegno familiare dei Comuni;
  • assegno di maternità dei Comuni;
  • Bonus Bebè;
  • premio alla nascita;
  • bonus asilo nido;
  • NASpI
  • assegno sociale;
  • invalidità civile.

Basterà collegarsi al portale dell’Inps (a questo link) e rispondere alle domande di un questionario sulla propria condizione per sapere a quali prestazioni si può avere accesso.

L’iniziativa è rivolta alle fasce più deboli della popolazione, come:

  • persone in stato di povertà assoluta, senzatetto o senza fissa dimora;
  • abitanti di Comuni distanti dagli uffici dell’Inps;
  • utenti non consapevoli dei propri diritti.

Inps per tutti, le reazioni politiche

“Il progetto è importante perché potrebbe consentire di raggiungere 50 mila persone”, ha detto il premier, Giuseppe Conte, in un messaggio video alla presentazione del progetto. “Non devono essere i poveri a bussare alla porta dell’Inps, ha detto riferendosi al reddito di cittadinanza , bisogna fare di più, andare nelle stazioni, nelle mense, lì dove c’è bisogno”.

Il programma, infatti, in collaborazione con i comuni vuole raggiungere anche con unità mobili le persone più in difficoltà, a partire dai senza fissa dimora. “Dobbiamo intercettare il bisogno. Immaginiamo un istituto proattivo”, ha aggiunto Tridico.

“Provo una profonda emozione, è una bellissima giornata. Credo possa essere un punto di partenza che vede Inps e Comuni sul territorio per affrontare tutte le situazioni di emarginazione sociale”, ha detto la ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo.

QUI altre informazioni sul reddito di cittadinanza