Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 18:18
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Economia » Lavoro

Landini (Cgil): “Un sindacato unico per tutti i lavoratori”

Immagine di copertina
Maurizio Landini, CGIL

“Le ragioni storiche, politiche e partitiche che portarono alla divisione tra i sindacati italiani non esistono più. Oggi possiamo avviare un nuovo processo di unità tra Cgil, Cisl e Uil”.

Sono le parole del segretario generale della Cgil Maurizio Landini in una lunga intervista a “Repubblica” in occasione del primo maggio, festa dei lavoratori.

Il significato della Festa del Lavoro del Primo Maggio

Al quotidiano romano, Landini ha chiarito che “non deve essere un’operazione degli apparati burocratici”. L’idea lanciata dall’ex segretario della Fiom, è che nasca “dal basso, dalla partecipazione delle lavoratrici e dei lavoratori iscritti e  non, assecondato dalle scelte dei gruppi dirigenti”.

Maurizio Landini è il nuovo segretario generale della Cgil

Per Landini, alla sua prima volta come segretario della Cgil il 1 maggio, questo è il momento storico giusto per un sindacato unitario: “Sulla nostra tripartizione sindacale  ha pesato enormemente la divisione del mondo nel secolo scorso in blocchi contrapposti.

Oggi non c’è più nulla di quella stagione, non ci sono più i partiti, il Pci, la Dc e il Psi, che avevano tra le loro ambizioni anche quella di rappresentare il lavoro”.

Un mondo antico che per l’ex Fiom quindi non c’è più. “Cgil, Cisl e Uil hanno conquistato una propria autonomia e per questo possono andare oltre l’unità di azione – ha spiegato Landini – Abbiamo proposte condivise sul fisco, sulla sanità, sulle pensioni, sul Mezzogiorno, sulla contrattazione, sulle politiche per gli investimenti pubblici e per valorizzare il lavoro nella pubblica amministrazione”.

All’appello ha risposto il vicepremier Luigi Di Maio: “Ho un atteggiamento laico riguardo questo tema, cioè non tifo nè per una cosa nè per un’altra”, riferito ai microfoni di Rtl 102.

Primo maggio, manifestazioni in tutta Italia. Di Maio: “Spero sia ultima festa del lavoro senza salario minimo”

Ti potrebbe interessare
Lavoro / Il data scientist è entrato nel cuore delle aziende
Lavoro / Gaming, realtà virtuale e smart working: lavoro e videogame
Economia / La digitalizzazione nel mondo del lavoro e la disuguaglianza di genere
Ti potrebbe interessare
Lavoro / Il data scientist è entrato nel cuore delle aziende
Lavoro / Gaming, realtà virtuale e smart working: lavoro e videogame
Economia / La digitalizzazione nel mondo del lavoro e la disuguaglianza di genere
Economia / Hai un’idea? Può diventare business. Intervista al Founder Alfredo Fefè
Lavoro / Telecamere nei luoghi di lavoro? Come il VAR sui campi di calcio
Lavoro / Whatsapp e lavoro: attenzione alle chat
Cronaca / Le lauree che fanno trovare subito lavoro (e guadagnare di più)
Lavoro / Bologna, Logista licenzia 90 dipendenti con un messaggio su WhatsApp
Lavoro / Lavoratori Gkn criticano il leader della Cgil Landini: “No passerelle mediatiche”
Economia / Chiude anche la Timken di Villa Carcina, 106 licenziati