Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 14:18
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Economia

Flat tax definitivamente archiviata, Gualtieri: “Non la faremo mai, è ingiusta”

Immagine di copertina
Il ministro Roberto Gualtieri e il leader della Lega Matteo Salvini

Il giudizio è severissimo: "È ingiusta e incostituzionale"

Flat tax, il ministro dell’Economia Gualtieri: “Non la faremo mai”

Il nuovo ministro dell’Economia Gualtieri manda definitivamente in soffitta la flat tax. “Non la faremo mai”. Definitivamente archiviata, quindi, la misura fiscale a cui puntava l’ex vicepremier e leader della Lega Matteo Salvini.

Il giudizio di Gualtieri sulla flat tax è severissimo: “Dava tanto a chi ha di più”. “Era ingiusta, sbagliata, insostenibile e incostituzionale”, ha detto il ministro dell’Economia. Incostituzionale, ha spiegato, perché “violava la progressività, che oltretutto è alla base del modello sociale europeo insieme al Welfare”.

La flat tax, dunque, non è nei programmi del governo Pd-M5s. D’altronde, è indubbio che il Ministero di via XX settembre sia quello in cui di più si avverte il cambiamento nel passaggio da un governo Conte all’altro.

“Noi siamo il governo degli asili nido, degli investimenti e della riduzione delle imposte ai più deboli”, ha aggiunto il ministro nella sua lunga intervista al quotidiano La Repubblica. “Intendiamo avviare la riduzione della pressione fiscale per i redditi medi e bassi e per le aziende che innovano”: è il programma.

Gualtieri, che oggi è a Helsinki all’Eurogruppo e all’Ecofin, archiviata la flat tax, ricorda l’impegno del governo nella prossima manovra economica di ottobre per disinnescare l’aumento Iva, probabilmente con i risparmi di Quota 100 e Reddito di cittadinanza. “Non abbiamo ancora i numeri definitivi, ci stiamo lavorando, ma l’obiettivo principale è bloccare l’aumento di 23 miliardi dell’iva che avrebbe un impatto negativo su crescita e investimenti”.

Su Reddito di cittadinanza e Quota 100, il ministro ha assicurato: “Non li cancelleremo con la manovra economica di ottobre”.

Roberto Gualtieri, chi è il ministro dell’Economia del governo Pd-M5s

Mulè: “Pensano solo a tassare gli italiani”

“Buttate alle ortiche dignità politica e lealtà verso gli elettori, ora il Ministro dell’Economia targato Pd getta la maschera: la flat tax non si farà mai. Non è una scoperta, ma la conferma dell’incapacità di un esecutivo di sinistra naturalmente votato a tassare gli italiani”. Lo scrive su twitter Giorgio Mulè, deputato di Forza Italia e portavoce dei gruppi azzurri di Camera e Senato.

Ti potrebbe interessare
Economia / Salario minimo, RdC, cashback, stop definitivo all’Irap: cosa prevede il programma del M5S
Economia / Al via i nuovi congedi parentali, da oggi le novità: dieci giorni obbligatori per i papà
Economia / Bonus 200 euro per le partite Iva: chi può richiederlo e come fare domanda
Ti potrebbe interessare
Economia / Salario minimo, RdC, cashback, stop definitivo all’Irap: cosa prevede il programma del M5S
Economia / Al via i nuovi congedi parentali, da oggi le novità: dieci giorni obbligatori per i papà
Economia / Bonus 200 euro per le partite Iva: chi può richiederlo e come fare domanda
Economia / Addio ai voli a 10 euro di Ryanair. Pesa il caro energia
Economia / Flat tax: che cos’è e come funziona
Economia / Salvini promette la flat tax al 15%, Berlusconi al 23%: ecco quanto costerebbe
Economia / Eredita 4 miliardi di euro, ma li rifiuta: “È una questione di correttezza”
Ambiente / È arrivato l’abbonamento cartaceo del settimanale di The Post Internazionale
Economia / Banca Ifis: utile netto in crescita del 50% a 72,5 milioni di euro nel 1° semestre 2022
Lavoro / Sfruttati, sottopagati e sovraqualificati: fino a che punto vale la pena sacrificare la propria felicità in nome della produttività?