Carta Famiglia 2019, Fontana ha firmato il decreto: come funziona e a chi spettano sconti e riduzioni

Di Giulia Angeletti
Pubblicato il 28 Giu. 2019 alle 20:21 Aggiornato il 28 Giu. 2019 alle 20:22
0
Immagine di copertina

Carta Famiglia | Come funziona | A chi spetta | Requisiti Isee | Sconti

Carta Famiglia | Era in cantiere da tre anni e ora è finalmente una realtà. Parliamo della Carta Famiglia, una card che offre la possibilità, alle famiglie con almeno tre figli conviventi con un età che non superi i 26 anni, di accedere a vari sconti, agevolazioni e riduzioni tariffarie sull’acquisto di beni e servizi.

Il via libera per questa nuova card è arrivato ieri, 27 giugno 2019, con la firma del ministro per la Famiglia del governo Lega-M5s Lorenzo Fontana del decreto che ne prevede l’introduzione. La Carta Famiglia, d’altronde, è una sua iniziativa, e ora il decreto deve superare il vaglio della Corte dei Conti per la vidimazione. L’ultimo passaggio, infine, sarà rappresentato dal via libera per l’emissione della carta e per l’adesione delle aziende e dei diversi operatori economici a questa iniziativa che, al momento, sono appena iniziate.

Gli sconti e le riduzioni tariffarie, infatti, saranno concesse dalle aziende pubbliche e private e dagli operatori economici aderenti e saranno quindi rivolti, come anticipato, a quei nuclei familiari che presentano determinate caratteristiche.

Carta Famiglia | Requisiti

La Carta Famiglia, infatti, non spetta a tutti, ma solo a quei nuclei che sono in possesso di determinati requisiti. Innanzitutto, come detto, la Carta Famiglia si rivolge alle famiglie numerose, con almeno tre figli conviventi con un’età al di sotto dei 26 anni che, però, abbiano un reddito Isee non superiore ai 30mila euro.

Per la Carta Famiglia verranno stanziati tre milioni di euro in tre anni e si tratta della realizzazione pratica di un progetto ideato già nel 2016, ma rimasto sempre e solo “teoria”.

Ma come funzionerà questo nuovo strumento di sostegno al reddito? A fornire qualche “anticipazione” in tal senso è stato lo stesso ministero presieduto da Fontana, che con una nota ha intanto spiegato che l’emissione della carta sarà “in formato digitale” e che “avverrà tramite apposite applicazioni per smartphone e un portale dedicato”.

Obiettivo di Fontana è quello di fornire ai nuclei familiari numerosi e che hanno difficoltà ad arrivare a fine mese “un beneficio immediato”, accogliendo così “le richieste giunte da alcune associazioni”. A rendere realizzabile questo nuovo strumento ci saranno appunto le aziende private “che potranno offrire beni e servizi a prezzi e tariffe scontati a favore dei nuclei numerosi. Un tassello che contribuisce a comporre un quadro più ampio di misure a sostegno di mamme e papà”.

Carta Acquisti 2019 Poste Italiane: come funziona, requisiti, ricarica e calendario pagamenti

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.