Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 20:30
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Discutiamo!

Come la pensate: le risposte all’appello di Urbinati, Bonaga e Ignazi sul futuro della sinistra. L’intervento di Renzo Tiberi

Immagine di copertina
Illustrazione di Emanuele Fucecchi

Pubblichiamo di seguito l’intervento di Renzo Tiberi in merito all’appello sul futuro della sinistra “La forza della Ragione e il coraggio della politica” [Leggi qui], lanciato da Nadia Urbinati, Stefano Bonaga e Pietro Ignazi. Per lasciare la tua firma, aderire all’iniziativa e condividere il tuo pensiero scrivi a discutiamo@tpi.it

Discutiamo: il futuro della sinistra | Leggi tutti gli interventi

L’intervento di Renzo Tiberi
Quando Zingaretti, nel 2019, lanciò “la Costituente delle idee” stimolando gli iscritti e tutti gli italiani a fare proposte di programma, scrissi alcuni concetti riguardanti la consapevolezza che agli italiani manca il senso di comunità ed è istintivamente orientato a privilegiare la sua sfera privata.

La mia proposta era di suggerire un obiettivo che fosse comune a qualsiasi altra proposta di riforma. Ho sottoposto il documento al mio circolo PD a Casalotti, lo abbiamo discusso e lo abbiamo approvato nella forma che qui allego. Tra l’altro gli stessi concetti riguardanti il “bisogno di comunità” e la “cultura della responsabilità” sono stati espressi dal Presidente della Repubblica nei discorsi alla nazione nei capodanni 2018 e 2019.

Abbiamo inviato il documento alla direzione PD, senza esito. Lo proponemmo a Cuperlo per una discussione pubblica nel nostro circolo; purtroppo la pandemia ha cancellato tutto. Alcuni concetti espressi nel documento hanno la stessa radice della crisi che sta attraversando il PD e che è sfociata nelle dimissioni del segretario. La mia personale considerazione è che tale crisi ha le radici nella stessa mancanza di responsabilità e coesione che mina il buon funzionamento del nostro paese.

Mentre è accettabile l’esistenza di correnti di pensiero intorno ai quali coagulare idee diverse, non lo è la formazione di correnti che rispondono solo a logiche di potere che traggono alimento dalle clientele, perché sono duemila anni che questa terra ne è dilaniata. Nel nostro piccolo circolo di Roma, stiamo subendo la pressione di due persone che pretendono (e stanno riuscendo proprio con l’aiuto dei maggiorenti del partito) di imporre la loro candidatura nelle prossime elezioni comunali solo in virtù dell’apporto di voti delle loro clientele.

Sarebbe meglio che nel partito venissero persone portatrici di idee per migliorare il nostro paese, mentre le catene di preferenze portano, a lungo andare, alla corruzione del partito. Qualsiasi riforma o rifondazione del partito deve avere come obiettivo la partecipazione diretta dei cittadini alla vita politica perché solo questo può garantire il miglioramento del benessere del paese. Parimenti, deve essere creato un meccanismo per impedire che trovino spazio i portatori di tessere che mirano con questo al controllo del partito e di fatto impediscono la crescita culturale e politica del partito stesso.
Renzo Tiberi

Ti potrebbe interessare
Discutiamo! / La sinistra deve guidare la battaglia per ridare dignità al mondo del lavoro in Europa (di H. Bierbaum)
Discutiamo! / Cittadini, il futuro non è un destino ineluttabile. Ribelliamoci e scriviamolo (di S. Bonaga)
Discutiamo! / Sinistra, sveglia! Nell’esaltazione delle competenze vincono gli interessi dei più forti (di N. Fratoianni)
Ti potrebbe interessare
Discutiamo! / La sinistra deve guidare la battaglia per ridare dignità al mondo del lavoro in Europa (di H. Bierbaum)
Discutiamo! / Cittadini, il futuro non è un destino ineluttabile. Ribelliamoci e scriviamolo (di S. Bonaga)
Discutiamo! / Sinistra, sveglia! Nell’esaltazione delle competenze vincono gli interessi dei più forti (di N. Fratoianni)
Discutiamo! / Per sconfiggere il populismo bisogna ripartire dalla cittadinanza attiva (di S. Bonaga)
Discutiamo! / Pd, Letta ha il cacciavite per assemblare, ma non l’anima per sentire (di M. Revelli)
Discutiamo! / Come la pensate: l'intervento di Domenico Epaminonda
Discutiamo! / Pd, una musica leggerissima senza voglia di niente. Letta torni allo spirito di Piazza Grande (di M. Smeriglio)
Discutiamo! / C’è un popolo che attende di essere rappresentato: basta con le alchimie di Palazzo (di L. Zacchetti)
Discutiamo! / Caro PD, guarda al futuro e non restare ancorato ai fantasmi del passato (di S. Mentana)
Discutiamo! / Letta, cominciamo a parlare la lingua dei lavoratori: diritti e salari dignitosi (di N. Urbinati)