In Egitto è stata scoperta una tomba di 4.400 anni fa “eccezionalmente ben conservata”

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 18 Dic. 2018 alle 17:56 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 21:56
0
Immagine di copertina
Credit: Khaled DESOUKI/AFP

In Egitto, nella necropoli di Saqqara, a sud del Cairo, il 15 dicembre 2018 è stata scoperta la tomba di un sacerdote faraonico risalente al periodo della V dinastia risalente a oltre 4.400 anni fa.

Il sepolcro era di un sacerdote reale di nome “Wahty” che ha vissuto sotto Neferirkare Kakai, terzo sovrano della dinastia. Secondo quanto riportano le agenzie egiziane, la tomba ritrovata è “eccezionalmente ben conservata”.

La tomba misura dieci metri di lunghezza per tre di altezza. Con il sepolcro sono venuti alla luce anche resti di antiche pitture. All’interno della tomba inoltre sono state ritrovate anche diverse statue di vari colori e dimensioni.

La scoperta è avvenuta grazie alla missione archeologica egiziana. L’Egitto, secondo quanto riferisce l’agenzia Ap, sta dando notevole risalto alle scoperte archeologiche, nella speranza di poter contribuire al rilancio del turismo.

“Il colore è quasi intatto anche se la tomba ha quasi 4.400 anni”, riferisce Reuters. La Quinta dinastia egiziana regnò dal 2.500 a.C. al 2.350 a.C.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.