A Londra è stata strappata la tela di un dipinto di Picasso del valore di 20 milioni di sterline

L'autore del gesto un ragazzo di 20 anni, fermato, che non ha voluto dare spiegazioni: la tela in questione è "Busto di donna", dipinta dall'artista spagnolo nel 1944

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 31 Dic. 2019 alle 16:22 Aggiornato il 31 Dic. 2019 alle 16:23
862
Immagine di copertina

Londra, strappata la tela del dipinto di Picasso “Busto di donna”

Alla Tate Modern Gallery di Londra si è verificato un vero e proprio attentato all’arte: lo scorso 28 dicembre 2019 un ragazzo di 20 anni ha strappato, volontariamente, la tela di un dipinto di Pablo Picasso, “Busto di donna”, dal valore di 20 milioni di sterline. Incerto, al momento, il motivo del gesto: l’uomo incriminato, Shakeel Massey, non ha voluto fornire spiegazioni agli inquirenti.

Per il ragazzo è stata disposta la custodia cautelare fino alla prima udienza del suo processo, fissata per il prossimo 30 gennaio: Massey, tuttavia, ha detto che respingerà ogni accusa, senza però voler rivelare perché ha danneggiato un’opera d’arte così importante.

Grande sdegno da parte della Galleria, che attraverso un portavoce ha fatto sapere che il “Busto di donna” dell’artista spagnolo è adesso “nelle mani di un team di esperti restauratori, che stanno valutando cosa fare”. La Galleria non ha dato ulteriori informazione sulla condizione del quadro, ma rimarrà comunque aperta mettendo in mostra tutte le altre opere.

Era il maggio 1944 quando Picasso dipinse il “Busto di donna“, a Parigi. L’opera è dedicata all’amante dell’artista spagnolo, Dora Maar.

Leggi anche:

La Guernica di Picasso è “un’autobiografia”: la nuova interpretazione dell’opera

Un dipinto di Picasso è stato danneggiato prima della vendita all’asta

La mappa dell’Europa in cui ogni paese è rappresentato dall’opera di Picasso che ospita

Ecco dove dipingevano Picasso, Toulouse-Lautrec e Monet

I rendering che trasformano le opere di Picasso in sculture 3D

Le ultime opere dipinte dai più grandi artisti di sempre prima di morire

862
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.