Me

Andrea Camilleri, condizioni “stazionarie. È un paziente forte”

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 18 Giu. 2019 alle 17:00 Aggiornato il 18 Giu. 2019 alle 17:42
Immagine di copertina
Lo scrittore Andrea Camilleri

Andrea Camilleri ultime notizie | Ricoverato | Condizioni di salute | Bollettino medico | Ospedale Santo Spirito Roma

Andrea Camilleri ultime notizie – Restano “critiche ma stazionarie” le condizioni di Andrea Camilleri. Lo si apprende da fonti sanitarie questa mattina, martedì 18 giugno.

Il bollettino delle 17 – Alle 17 è stato rilasciato un nuovo bollettino medico sulle condizioni dello scrittore.

“La forte fibra del paziente ci sta consentendo di proseguire come programmato l’iter diagnostico-terapeutico, con l’intento di supportare e stabilizzare la funzione degli organi vitali. Le condizioni cliniche dello scrittore Andrea Camilleri sono stazionarie ma sempre critiche. La prognosi rimane riservata”.

Queste le ultime informazioni rilasciate da Roberto Ricci, direttore del Dea dell’ospedale Santo Spirito di Roma.

Le notizie della mattina – Ricoverato d’urgenza ieri mattina, 17 giugno, per un arresto cardiopolmonare all’ospedale Santo Spirito di Roma, lo scrittore siciliano si trova in terapia intensiva con un’assistenza ventilatoria meccanica e un supporto farmocologico. La prognosi è riservata.

Andrea Camilleri ha 93 anni, noto a tutti come l’inventore dell’amato personaggio del commissario Montalbano, sarebbe stato colpito da un infarto nella sua casa romana di via Asiago.

Attesissimo il suo spettacolo previsto alle Terme di Caracalla il 15 luglio in cui lo scrittore racconterà la sua versione dell’Autodifesa di Caino. Tra le sue frasi più celebri si ricorda in queste ore quella sulla carriera: “Vorrei concludere seduto in una piazza a raccontare storie e alla fine del mio cunto passare tra il pubblico con la coppola in mano”.

La lettera di Camilleri per Montalbano (letta da Luca Zingaretti)

Andrea Camilleri ultime notizie | Condizioni di salute | Cosa è successo 

Camilleri si è sottoposto circa venti giorni fa a un’operazione per la rottura del femore avvenuta dopo una brutta caduta in casa. Da qui sarebbe nato il malore. La convalescenza costringe appunto all’immobilità che comporta a sua volta un aumento del rischio di sviluppare emboli. Questo è quello che potrebbe essere successo allo scrittore. Condizioni più a rischio data l’età.

Il “papà” di Montalbano è diventato cieco a causa del diabete e del glaucoma. “Schiavo” del fumo, lo scrittore si definisce un accanito fumatore. Camilleri fa fuori due pacchetti e mezzo di sigarette al giorno, ma racconta che “di ognuna tiro due o tre boccate e poi la spengo. Più che altro, mi piace averla in mano”.

Dentro il Rojava, guerra di Siria

Grande la sua passione per la politica, da giovane fascista è diventato comunistatanto che quando gli Alleati sbarcarono in Sicilia lo scrittore chiese subito i permessi per aprire una sede del PCI.

Andrea Camilleri ultime notizie | I messaggi 

Fortissima la commozione dal mondo dai suoi fan. “Avanti maistru”, scrive Fiorello su Twitter. “Forza Nené, tutta la città è con te”, incita il sindaco di Porto Empedocle (la Vigàta dei suoi romanzi), Ida Carmina. “Forza maestro”, scrive Fiorella Mannoia su Twitter. “So che non hai paura di morire, ma resta ancora un po’”, dice Peppino Mazzotta, ovvero Giuseppe Fazio in tv.

Non ho paura di morire, mi dispiace solo enormemente di dover lasciare le persone che più amo”, scrive Camilleri nel suo libro dedicato alla nipote.

“L’ultima cosa che ho imparato consiste nell’avere necessariamente un’idea, chiamala pure ideale, e a essa attenersi fermamente”; ma questo “senza nessuna faziosità, ascoltando sempre le idee degli altri”, e magari, perché no, cambiando la propria idea.

“Ricordati che, sconfitta o vittoriosa, non c’e bandiera che non stinga al sole”.

Dentro il Rojava, guerra di Siria

Andrea Camilleri, lo scrittore siciliano che ha dato vita a Montalbano

Camilleri: “Montalbano che salva migranti? Succedeva quando avevamo più cuore” | VIDEO

Andrea Camilleri: le frasi più belle del papà di Montalbano