Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 11:48
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cucina

Chi sono e quanto guadagnano gli chef più ricchi d’Italia: la classifica

Immagine di copertina
Carlo Cracco e Antonino Cannavacciuolo

La società di consulenza Pambianco Strategia d’Impresa ha stilato la classifica dei 10 chef più ricchi d’Italia, basandosi sul fatturato generato nel 2017.

Al primo posto ci sono i fratelli Cerea: incassi pari a 17,9 milioni di euro, 3,5 per cento di crescita nel corso dell’anno.

In seconda posizione, con 13,4 milioni di fatturato, si piazzano fratelli Massimiliano e Raffaele Alajmo.

Al terzo posto della graduatoria c’è invece Antonino Cannavacciuolo: 9,9 milioni di euro e una crescita del 25 per cento, seguito da Carlo Cracco, quarto con 8,1 milioni di euro e una crescita dell’11,6 per cento.

Ecco la classifica completa:

  1. Fratelli Cerea – I guadagni della famiglia provengono da diverse attività: ristoranti in Italia e all’estero, ma anche una pasticceria, un’azienda di catering, libri e una scuola di cucina.
  2. Fratelli Alajmo – 13,4 milioni di fatturato e una crescita del 18 per cento. I ristoranti si trovano a Milano, Venezia e Parigi.
  3. Antonino Cannavacciuolo – Ha fondato insieme alla moglie la società Capri. I guadagni, però, derivano anche dai programmi televisivi a cui partecipa lo chef e dai libri pubblicati
  4. Carlo Cracco – Nonostante abbia perso una stella nell’ultima guida Michelin, Carlo Cracco genera un fatturato molto alto, anche grazie alle numerose apparizioni televisive e agli spot pubblicitari
  5. Enrico Bartolini – 6,1 milioni di fatturato e una crescita del 30 per cento. Sono molti i suoi ristoranti, in particolare nel Nord Italia
  6. Giancarlo Perbellini – Con 5,3 milioni di fatturato, a occupare la sesta piazza c’è Giancarlo Perbellini: ristoranti e un hotel alla base del suo successo
  7. Massimo Bottura – 5 milioni di fatturato per quello che è forse lo chef italiano più noto nel mondo
  8. Andrea Berton – Ottavo è Andrea Berton, con i suoi molti ristoranti a Milano
  9. Niko Romito – 4,6 milioni di fatturato e una crescita del 10,5 per cento. Romito ha un ristorante a Castel di Sangro e gestisce una scuola di formazione.
  10. Famiglia Iaccarino – Al decimo posto c’è la famiglia Iaccarino: 2,5 milioni di fatturato e una crescita del 2,8 per cento.

Leggi anche: Guida Michelin 2019

Ti potrebbe interessare
Cucina / Olioevo.eu, il marketplace dell’olio extravergine contraddistinto dall’etica sociale
Cucina / Carlo Cracco, tutto quello che bisogna sapere sul suo ristorante
Costume / I fritti di Carnevale: una golosità tipica, supportata dalla qualità di farine e ingredienti
Ti potrebbe interessare
Cucina / Olioevo.eu, il marketplace dell’olio extravergine contraddistinto dall’etica sociale
Cucina / Carlo Cracco, tutto quello che bisogna sapere sul suo ristorante
Costume / I fritti di Carnevale: una golosità tipica, supportata dalla qualità di farine e ingredienti
Ambiente / Palma da olio: okay con una filiera sostenibile
Cucina / Dove mangiare questo weekend: tre dritte per il fine settimana
Cucina / Dove mangiare questo weekend: tre dritte per il fine settimana
Cucina / Dove mangiare in Italia: tre dritte per il fine settimana
Cucina / Dove mangiare in Italia: tre dritte per il fine settimana
Cucina / Dove mangiare questo weekend: tre dritte per il fine settimana
Costume / Dove mangiare questo weekend: tre dritte per il fine settimana