Covid ultime 24h
casi +17.455
deceduti +192
tamponi +257.024
terapie intensive +15

Aborto, Vittorio Feltri perde le staffe contro Myrta Merlino: “Piantala! Mi rompi l’anima”

Di Giovanni Macchi
Pubblicato il 19 Feb. 2021 alle 17:12
389

Rissa sfiorata in diretta tv fra Vittorio Feltri e Myrta Merlino: la conduttrice del programma tv L’Aria che Tira, su La7, lo bacchetta Feltri per una frase sull’aborto e il direttore editoriale del quotidiano Libero perde le staffe.

Tutto inizia quando Myrta Merlino chiede al giornalista cosa intendesse dire nella parte finale del suo editoriale di oggi, venerdì 19 febbraio 2021.  “Le donne primeggiano in molti ambiti. In politica, invece, tranne alcune eccezioni lodevoli (Giorgia Meloni si segnala la migliore), non svettano affatto”, scrive Feltri. “Certune sono autentiche asinelle e non sono in grado di aspirare a ruoli di rilievo. Sono cretine come gli uomini. Per cui vincono costoro che sono più abituati a gestire la loro stupidità”.

“Non ho capito cosa volevi dire”, osserva la conduttrice de L’Aria che Tira.  “Le donne non riescono a sfondare in politica perché non amano la politica. Sono poche quelle che si dedicano e quindi pochissime quelle che riescono a distinguersi, mentre nelle professioni sono mediamente più brave dei maschi”, spiega Feltri.

Fra l’altro – aggiunge il direttore editoriale di Libero – le donne hanno più attaccamento al lavoro, possono sbandare solo quando hanno un grande desiderio di maternità e cominciano a sfornare dei figli e sono meno presenti sul lavoro e perdono qualche autobus”.

A quel punto Myrta Merlino lo interrompe: “Avendone sfornate tre di figli, ti posso dire che si possono sfornare figli e lavorare. Anzi, dobbiamo aiutare le donne a farlo. Perché se le invogliamo a non sfornare siamo rovinati”.

Messaggio politico elettorale. Committente: Tobia Zevi

“Il problema delle culle vuote lo si spiega in due minuti”, risponde Feltri. “Dal 1978 abbiamo avuto 6 milioni di aborti, se fossero nati 6 milioni di bambini oggi la popolazione italiana sarebbe di 66 milioni anziché di 60 milioni”.

Myrta Merlino interviene: “La libertà di abortire è una libertà sacrosanta delle donne”. “Chi ha detto il contrario?”, replica stizzito Feltri. “Io registro la realtà. Sei milioni di aborti provocano le culle vuote”.

“Detta così sembra che le donne si divertano ad abortire. Ti posso garantire che abortire è il più grande lutto per una donna”, fa notare la conduttrice. E Vittorio Feltri sbotta: “Lo dici tu! Io non l’ho detto, piantala per favore. L’aborto è legittimo. Che cavolo mi rompi l’anima”.

Leggi anche: La miopia della sinistra benpensante che irride Casalino e la sua storia di riscatto sociale (di M. Tarantino)

389
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.