Covid ultime 24h
casi +15.199
deceduti +127
tamponi +177.848
terapie intensive +56

Vigile preso di mira sul web per un parcheggio in posto disabili si suicida con la pistola d’ordinanza

Di Lara Tomasetta
Pubblicato il 4 Feb. 2020 alle 12:24
78
Immagine di copertina

Vigile preso di mira sul web per un parcheggio in posto disabili si suicida

Un agente della polizia locale  di 43 anni si è suicidato all’alba a Palazzolo, nel Bresciano, dove prestava servizio. L’uomo si è sparato nella sua auto con la pistola di ordinanza.

A scoprire il cadavere sarebbero stati i suoi colleghi, intervenuti intorno alle 5.40 insieme ai carabinieri, allertati dalla convivente che aveva segnalato che il 43enne non era tornato a casa dopo aver fatto il turno serale.

L’agente era finito fra le polemiche qualche giorno fa per aver parcheggiato l’auto di servizio in un posto riservato ai disabili a Bergamo vicino a una sede universitaria.

Dopo aver subito la gogna social, si era scusato e si era anche auto-multato.

La polemica sembrava chiusa (come riportato dai media locali), con una lettera di scuse e un contributo pari alla multa che lo stesso vigile aveva consegnato all’Associazione nazionale mutilati e invalidi civili bergamasca.

Sulla delicata vicenda vige il massimo riserbo e momento però non è stato specificato se l’uomo ha lasciato un biglietto per spiegare i motivi del gesto.

Leggi anche:

Tutte le notizie di cronaca

78
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.