Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 08:17
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Vicenza, prostituta positiva al Coronavirus si rifiuta di fornire i contatti dei clienti

Immagine di copertina

A Vicenza una prostituta 23enne di origine nigeriana, risultata positiva al Coronavirus, si è rifiutata di fornire i contatti dei suoi clienti per poter avviare l’indagine epidemiologica per motivi di “privacy”. La donna, residente ufficialmente a Trento e attualmente ricoverata nel reparto di malattie infettive dell’ospedale San Bortolo per fare in modo che rispetti l’obbligo di isolamento domiciliare, secondo quanto racconta Il giornale di Vicenza non vorrebbe rivelare i contatti avuti negli ultimi giorni, compresi quelli con i clienti, né fornire alcuna informazione utile a tracciare la catena del contagio.

Motivo per cui il Sisp  – il Servizio di igiene pubblica – sta avendo grosse difficoltà nell’intraprendere l’indagine; giunta al pronto soccorso insieme ad un uomo probabilmente originario dell’Est Europa (e probabilmente suo protettore) con febbre, mal di testa e bruciore all’apparato genitale, la 23enne è stata sottoposta al tampone risultando positiva al Covid-19. Il suo accompagnatore, una volta conosciuto il risultato del test, ha fatto perdere le sue tracce prima che anche per lui scattasse l’obbligo di quarantena e attualmente è ricercato dalla polizia. Un caso, questo, analogo a quello che, solo qualche giorno fa, ha visto protagonista una escort di origine peruviana, positiva al Coronavirus e ricoverata nell’ospedale di Foligno: la donna, una 54enne, aveva incontrato diversi clienti a Modica, in Sicilia, prima di mettersi in viaggio verso l’Umbria.  “Fatevi controllare, anche a rischio di farvi scoprire dalle vostre mogli”, sono state le parole che il sindaco di Modica, Ignazio Abbate, ha rivolto ai suoi cittadini.

Leggi anche: 1. “Con la proroga dello Stato di emergenza a rischio le libertà fondamentali”: il costituzionalista Cuocolo a TPI / 2. Coronavirus, la proposta shock: “Infettare giovani volontari per accelerare col vaccino” / 3. “I raggi ultravioletti distruggono il Coronavirus in pochi secondi”: lo studio

/4. Coronavirus, la storia del “paziente 206”: il superuntore che ha contagiato oltre 1.000 persone nello Sri Lanka / 5. Coronavirus, il Guardian: “Così l’Europa ha ignorato l’Sos italiano a fine febbraio”

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Decreto green pass: via le sanzioni per chi va a lavoro senza. Novità anche per cinema e teatri
Cronaca / 3.377 nuovi casi e 67 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1%
Cronaca / Papa Francesco: “Alcuni mi volevano morto, preparavano il conclave”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Decreto green pass: via le sanzioni per chi va a lavoro senza. Novità anche per cinema e teatri
Cronaca / 3.377 nuovi casi e 67 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1%
Cronaca / Papa Francesco: “Alcuni mi volevano morto, preparavano il conclave”
Cronaca / “Il Green pass rende liberi”, preside di Ferrara rievoca Auschwitz: sospeso dal servizio
Cronaca / Feltri difende Barbara Palombelli: “Sui femminicidi ha ragione”
Cronaca / Bambino di 4 anni caduto dal balcone a Napoli, il domestico: “L’ho lasciato cadere”
Cronaca / 2.407 nuovi casi e 44 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività al 2%
Cronaca / Frosinone, detenuto spara ad altri tre reclusi: “La pistola arrivata in carcere con un drone”
Cronaca / Vaccini, iniziata la somministrazione della terza dose per soggetti fragili e a rischio
Cronaca / L’Earth Technology Expo a Firenze dal 13 al 16 ottobre