Covid ultime 24h
casi +16.168
deceduti +469
tamponi +334.766
terapie intensive -36

Lombardia, che disastro! In tutte le classifiche sui vaccini la Regione è messa male

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 30 Mar. 2021 alle 09:52 Aggiornato il 30 Mar. 2021 alle 10:24
119
Immagine di copertina

Vaccini anti-Covid, la Lombardia arranca in tutte le classifiche

La Lombardia arranca ancora nelle somministrazioni dei vaccini anti-Covid, che nel frattempo sono stati somministrati a quasi 10 milioni di italiani.

Attualmente, infatti, sono più di 9 milioni e mezzo le dosi del siero inoculate su un totale di circa 11 milioni di vaccini consegnati: entro la giornata di mercoledì 31 marzo, quindi, l’Italia raggiungerà la soglia simbolica di 10 milioni di somministrazioni.

Numeri ancora distanti da Paesi come Regno Unito, Usa o Israele, ma che iniziano a essere certamente più rilevanti. Dei quasi 10 milioni di vaccinati, poco più di 3 milioni hanno completato il ciclo vaccinale, ricevendo, quindi, entrambe le dosi.

Tuttavia, vi sono ancora parecchie differenze tra le Regioni. A mettere insieme un po’ di numeri, che rendono l’idea della disparità tra le varie zone d’Italia, è Lorenzo Salvia per il Corriere della Sera.

La prima classifica proposta è quella tra le Regioni in base alla percentuale di popolazione che ha ricevuto la prima dose di vaccino. Qui, secondo i dati della Fondazione Gimbe, al primo posto c’è il Molise con il 7,3 per cento, seguita dall’Umbria con il 7,2%, il Lazio con il 7,1 per cento e il Veneto con il 6,7%. La Lombardia si trova a centro classifica con il 5,6%, mentre chiudono la classifica la Calabria con il 4,6 per cento, le Marche con il 4,5% e la Basilicata con il 3,7 per cento.

I numeri cambiano con la percentuale di popolazione che già ricevuto il richiamo. Al primo posto, infatti, qui ci sono il Friuli-Venezia Giulia, il Piemonte e il Molise con il 6,3 per cento, mentre l’Emilia-Romagna e la provincia autonoma di Bolzano seguono con il 6,2%.

La Lombardia, che nella giornata di lunedì 29 marzo ha superato il milione e mezzo di dosi somministrate, è nelle parti basse della classifica con il 4,7 per cento, con la Sardegna fanalino di coda con il 3,7 per cento.

La Regione guidata da Attilio Fontana è indietro anche nella classifica delle persone over 80 che sono state vaccinate. Anche qui, infatti, Lombardia è nelle parti medio-basse con il 20,9 per cento di over 80 vaccinati con entrambe le dosi e più di un 32,1% in attesa del richiamo.

La classifica è guidata dalla provincia di Bolzano con il 49,1 per cento di over 80 vaccinati in modo completo e più del 22,4% in attesa di richiamo. Seconda posizione per la provincia di Trento, i cui dati sono del 42,3 per cento e del 22,7 per cento, mentre all’ultimo posto troviamo la Sardegna con il 7,6 per cento degli over 80 immunizzati e il 41% in attesa della seconda dose.

Leggi anche: 1. Nessuno ha il coraggio di chiamarlo col suo nome: quello di Draghi sui vaccini è (vero) sovranismo / 2. Anche in zona rossa scuole aperte (fino alla prima media) e niente “giallo” fino al 30 aprile: le misure del nuovo Decreto anti-Covid / 3. Crisanti: “Immunità di gregge ad agosto-settembre”. La svolta nella lotta al Covid arriverà a fine estate

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL COVID IN ITALIA E NEL MONDO

TUTTI I NUMERI SUL COVID NEL MONDO

119
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.