Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 22:52
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Medici rimuovono un tumore al rene (esteso fino al cuore) senza aprire il torace

Immagine di copertina

La tecnica, sperimentata per la prima volta al mondo, è stata di successo

Un tumore renale, esteso fino al cuore, è stato rimosso senza aprire il torace di un paziente. È accaduto per la prima volta al mondo ed è successo proprio in Italia. Nel dicembre 2018, all’ospedale universitario di Padova, una squadra composta da 28 medici – cardiochirurghi, urologi, chirurgi epatobiliari e anestesisti – ha sperimentato una tecnica rivoluzionaria su un uomo di 77 anni.

L’intervento, perfettamente riuscito, è durato ben 13 ore.

La tecnica sperimentale

La task-force di specialisti, guidata dal professore Gino Gerosa, ha aspirato il cancro al rene destro del paziente, giunto fino al cuore, senza aprire la cassa toracica. Una patologia emersa durante una visita di controllo – l’uomo era affetto da numerose malattie e aveva già subito un’operazione con tre by-pass aorto-coronarico – prima con l’esame ecografico e poi con la tomografia computerizzata.

Da qui la decisione degli esperti di agire impiegando una tecnica innovativa: a cuore battente e senza l’aiuto del bypass cardiopolmonare totale, con un’incisione solo a livello inguinale. Gli urologi hanno proseguito poi con l’apertura dell’addome e l’isolamento della vena cava inferiore e del rene destro. I chirurghi epatobiliari, invece, hanno isolato il fegato. A questo punto sono intervenuti anche i cardiochirurghi – sostenuti dagli anestesisti e dai perfusionisti – che hanno operato contemporaneamente per l’asportazione del rene, per l’eliminazione del trombo/tumore dalla vena cava e per prevenire un’eventuale embolia.

Il paziente, successivamente, è stato trasportato nel reparto di terapia intensiva, dove in meno di 24 ore si è risvegliato senza complicazioni. Il 77enne, secondo i medici, potrà tornare presto alla vita di tutti i giorni.

La prassi medica

Un’operazione di questo genere, cioè la rimozione di un tumore al rene, prevede normalmente l’asportazione dell’organo attraverso l’apertura dell’addome e, vista l’estensione della malattia fino al cuore, la rimozione del cancro da questo mediante l’apertura dell’organo vitale. Ma nel caso del paziente di 77 anni era impossibile un approccio del genere e i medici hanno optato per la tecnica sperimentale (di successo).

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 2.732 casi e 42 morti: il bollettino del 15 ottobre 2021
Cronaca / Due gemelli cambiano sesso lo stesso giorno: Giulio e Guido sono Giulia e Gaia
Cronaca / Addio ad Alitalia, nasce Ita Airways: nuovo logo, aerei azzurri e tricolore sulla coda
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 2.732 casi e 42 morti: il bollettino del 15 ottobre 2021
Cronaca / Due gemelli cambiano sesso lo stesso giorno: Giulio e Guido sono Giulia e Gaia
Cronaca / Addio ad Alitalia, nasce Ita Airways: nuovo logo, aerei azzurri e tricolore sulla coda
Cronaca / Green Pass, i no vax Barillari e Cunial occupano gli uffici della Regione Lazio
Cronaca / Green Pass obbligatorio, ma i tamponi non bastano per tutti i lavoratori
Cronaca / I No Pass non fermano l'Italia: niente blocco a Trieste
Cronaca / Lo storico Emilio Gentile a TPI: “Sciogliere Forza Nuova? Attenzione all’effetto martirio”
Cronaca / Viaggio nella galassia No pass: “Non siamo tutti fascisti”
Cronaca / Lotta eversiva, affari oscuri e droga: chi sono i militanti di Forza Nuova che hanno assaltato la Cgil
Cronaca / Effetto Draghi: le stragi in mare non indignano più