Me
HomeCronaca

“Se sei bella te la sei cercata”: tutti i motivi per cui in Italia uno stupro non è mai uno stupro

Di Giulio Cavalli
Pubblicato il 2 Mag. 2019 alle 20:25
Immagine di copertina

Ricapitolando.
Se sei bella te la sei cercata.
Anche se portavi una minigonna, avevi il rossetto, l’intimo coordinato, una camicetta troppo sbottonata o non portavi il reggiseno te la sei cercata.

Se eri ubriaca o drogata te lo meriti perché frequenti amicizie pericolose, e Cappuccetto Rosso non ha mai nemmeno assaggiato un bicchiere di birra. Se sei brutta invece sei fortunata, alla fine ci sei riuscita, quindi dovresti quasi ringraziare.

Se sei mamma dovevi stare a casa con i tuoi figli.
Se sei figlia dovevi stare con mammina.

Se eri con il tuo fidanzato ed è successo vuol dire che lui non ti ama abbastanza e non è riuscito a difenderti.
Se non hai urlato ti è piaciuto.
Se nessuno ti ha sentito è perché l’hai deciso tu di infrattarti. Se i passanti non sono intervenuti è perché non sembrava mica quella cosa lì, sembrava più un gioco tra innamorati.

Se i passanti sono intervenuti l’hai fatto per metterti in mostra e mettere in cattiva luce l’uomo, chissà magari è una vendetta, non si sa mai di cosa siete capaci voi donne.
Se volevi lasciarlo è perché sei una ragazza troppo allegra.

Se lavori in televisione lo sapevi fin dall’inizio.
Anche se fai cinema lo sai fin dall’inizio. Non rompere, su.

Se è ricco è perché ti interessavano i suoi soldi, chiaro.
Se è povero è perché ti piace sparare sulla croce rossa e accusare uno che non può nemmeno difendersi.
Se lui è il tuo capo significa che tu gli hai lasciato intendere qualcosa sul luogo di lavoro.
Se tu sei il suo capo uguale.

Se hai accettato di andare con loro, in gruppo, ne devi accettare le conseguenze, non te l’hanno mai raccontata la favola del lupo?
Se eri vestita troppo casta è perché l’hanno fatto quasi per darti una mano, tutta così dimessa.
La sera non si dovrebbe mai uscire senza prendere precauzioni. Anche la mattina non si dovrebbe mai uscire senza prendere precauzioni. E il pomeriggio non si dovrebbe mai uscire senza prendere precauzioni.

Ma non avevi da studiare?
Ma non dovevi lavorare?
Se eri euforica allora dovresti aspettartelo, baci e abbracci e poi ti lamenti?
Se eri triste allora forse non è mica quella cosa lì, in fondo è quasi a fin di bene.

In Italia se ti stuprano è sempre colpa tua. Tranne nel caso in cui lo stupratore sia negro. Allora no. Allora castrazione chimica, subito, nessuna pietà. Marcire in galera.

Cosa spinge una persona a commettere uno stupro

“Ecco cosa scatta nella mente degli stupratori e come i media alimentano la ferocia”

Lo stupro di Viterbo e le accuse ai militanti di Casapound arrestati: la ricostruzione

L’Onu approva una risoluzione contro lo stupro come arma di guerra

Dentro il Rojava, guerra di Siria