Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 19:31
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Spostamenti in zona rossa: i chiarimenti del Viminale per non prendere multe

Immagine di copertina
Controllo delle forze dell'ordine Credits: ANSA

Spostamenti Natale in zona rossa: come non prendere multe

SPOSTAMENTI NATALE – Da giovedì 24 dicembre in tutta Italia sono scattate le nuove restrizioni previste dal Decreto Natale, con la zona rossa per i giorni festivi e prefestivi fino al giorno dell’Epifania. Gli spostamenti saranno limitati sia nei giorni rossi sia in quelli arancioni e saranno permesse solo alcune eccezioni a condizioni ben precise. Ma come ci si potrà muovere a partire dal 24 dicembre fino al 6 gennaio senza rischiare multe? Ecco le risposte ufficiali.

Il ministero dell’Interno ha inviato ai prefetti una circolare contenente chiarimenti rispetto alle ultime norme anti-Coronavirus. Il documento chiarisce che i controlli in questo periodo saranno intensificati lungo le arterie stradali e in ambito cittadino, per prevenire possibili violazioni alla restrizioni alla mobilità. Nel dettaglio nei giorni del 24, 25, 26, 27 e 31 dicembre 2020, e 1, 2, 3, 5 e 6 gennaio 2021 saranno in vigore le misure previste per la zona rossa, invece, nei giorni 28, 29, 30 dicembre 2020 e 4 gennaio 2021 si applicheranno le misure della zona arancione.

Cosa è permesso fare

Nel caso dei giorni rossi gli unici spostamenti consentiti dalle proprie abitazioni saranno quelli legati a motivi di lavoro, salute e necessità. Tra le necessità ci sono il comprare generi di necessità, appunto, e assistere familiari con invalidità. Ci si potrà spostare anche per andare a messa e per fare volontariato.

Nel secondo caso, quindi in zona arancione, gli spostamenti saranno consentiti solo all’interno del proprio comune, con una deroga per i piccoli centri. La disposizione consente infatti gli spostamenti dai Comuni con popolazione non superiore a 5.000 abitanti e per una distanza non superiore a 30 chilometri dai relativi confini. Non ci si potrà recare verso i capoluoghi di provincia e la limitazione di 5 mila abitanti vale solo per il Comune da cui si esce e non quello in cui si entra. (Qui il modulo per l’autocertificazione).

Cosa è vietato (e quindi sanzionabile)

In tutto il periodo Natalizio che va dal 24 al 6 sono vietati gli spostamenti tra Regioni, se non per motivi lavorativi, di necessità e di lavoro. Viene inoltre permesso di spostarsi con deroga, ma solo all’interno della stessa Regione e per un massimo di 2 persone (i minori di 14 anni non rientrano nel conteggio), per fare visita ai parenti. In questo caso ci si dovrà comunque muovere solo una volta al giorno e in un orario compreso tra le 5 del mattino e le 22.

Ogni spostamento dovrà essere dichiarato nell’autocertificazione. La lettera del Viminale spiega che va specificato se si intende uscire di casa per recarsi presso un’abitazione privata o se si vuole uscire dal Comune con meno di 5 mila abitanti. In questo caso bisognerà compilare la parte del modulo in cui si fa riferimento a “motivi ammessi dalle vigenti normative”.

Leggi anche: 1. Esclusivo TPI: “Gualtieri, ma lei lo ha mai letto il Recovery Plan?”. Sintesi del vertice di governo Italia Viva-Conte; // 2. Chiudiamo scuole e città ma nessuno ha il coraggio di parlare dell’obbligo vaccinale contro il Covid; // 3. Variante inglese, Pregliasco a TPI: “Difficile controllarla con le misure in vigore adesso: serve lockdown rigido”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Roma, vicino lo sgombero di Casapound: Raggi annuncia “novità”
Cronaca / Migranti, crisi in Tunisia può aumentare gli sbarchi. Procuratore antimafia segnala “rischio terrorismo”
Cronaca / 15 morti e 5.696 casi nell'ultimo giorno: calano le terapie intensive
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Roma, vicino lo sgombero di Casapound: Raggi annuncia “novità”
Cronaca / Migranti, crisi in Tunisia può aumentare gli sbarchi. Procuratore antimafia segnala “rischio terrorismo”
Cronaca / 15 morti e 5.696 casi nell'ultimo giorno: calano le terapie intensive
Cronaca / Tutte le balle che circolano sui vaccini
Cronaca / Morte Libero De Rienzo, arrestato l’uomo sospettato di aver venduto eroina all’attore
Cronaca / Pfizer, i ricavi del vaccino aumentano a 33,5 miliardi di dollari
Cronaca / “Legati, presi a calci e ricattati”: i verbali shock sul caso dei lavoratori di Grafica Veneta
Cronaca / “Vaccinatevi o a casa senza stipendio”: la lettera dell’azienda Sterilgarda ai dipendenti
Cronaca / Covid, 11enne morta a Palermo. La madre: “Non siamo no vax. Non abbiamo fatto in tempo a vaccinarci”
Cronaca / L’Iss: “Il 99% dei morti di Covid da febbraio a oggi non era stato vaccinato”