Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 09:56
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Il sottosegretario Costa: “Il  green pass sarà rilasciato solo dopo la seconda dose di vaccino”

Immagine di copertina
Una ricostruzione grafica del green pass, la Certificazione verde Covid-19d ell'UE, davanti un ristorante, Roma, 16 luglio 2021. ANSA/ MASSIMO PERCOSSI

Il sottosegretario Costa: “Il  green pass sarà rilasciato solo dopo la seconda dose di vaccino”

Il “green pass” sarà rilasciato al completamento del ciclo vaccinale e non dopo la prima dose di vaccino come avviene attualmente. Lo ha anticipato oggi il sottosegretario alla Salute Andrea Costa,  affermando che “è probabile che si vada in questa direzione”.

La variante Delta, del 60 percento più efficace nel trasmettersi rispetto alla versione del nuovo coronavirus precedentemente più diffusa, in poche settimane è diventata dominante in decine di paesi, tra cui l’Italia. La sua diffusione ha riaperto il dibattito sull’imposizione di restrizioni ai non vaccinati, più esposti al rischio di contrarre e trasmettere il virus, limitando l’accesso a locali o eventi a chi detiene la Certificazione verde (nota anche come green pass), il certificato che viene rilasciato in forma fisica o digitale a chi si è sottoposto a un tampone, è guarito da Covid-19 o è stato vaccinato

“Rispetto all’estensione del green pass, l’idea è quella di pensare a una modulazione e gradualità a seconda del quadro della regione: si possono cioè prevedere intensificazioni dell’utilizzo del green pass a seconda della situazione”, ha detto Costa in un’intervista all’Ansa. “Se c’è una situazione che peggiora, automaticamente ci può essere un’applicazione più ampia del green pass”, ha aggiunto Costa.

“È un ragionamento di buon senso: se una regione rimane bianca ci può essere un tipo di utilizzo di green pass, ma se una Regione ha criticità maggiori, piuttosto che chiudere si applica il green pass più restrittivo”, ha aggiunto il sottosegretario, spiegando che le scelte del governo sono basate “sulle sollecitazioni” del Comitato tecnico scientifico del ministero della Salute, “perché siamo nell’ambito delle scelte che la politica fa sulla base delle indicazioni scientifiche”.

La settimana scorsa il presidente francese Emmanuel Macron ha annunciato che il “pass sanitario” diventerà presto obbligatorio per chi vuole accedere a locali come bar ristoranti e usare mezzi di trasporto, oltre ad andare al cinema o a teatro.

Il certificato, che può essere utilizzato per viaggiare nei paesi dell’Unione Europea, in Italia viene attualmente rilasciato anche a chi ha ricevuto una sola dose del vaccino, 15 giorni dopo la vaccinazione.

Nell’intervista, il sottosegretario ha anche aperto alla possibilità di una terza dose di vaccino, affermando che “la struttura per somministrare la terza dose è già pronta nel nostro Paese”.

“Siamo in attesa delle indicazioni del Comitato tecnico scientifico che sta valutando le evidenze scientifiche”, ha detto. “Non appena avremo indicazioni da parte della scienza saremo pronti”.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Auto fuori strada in Umbria, quattro giovani morti
Cronaca / Il tribunale di Roma: “Gli immobili dei tedeschi vanno pignorati per risarcire le vittime del nazismo”
Cronaca / Maria Giovanna Maglie ricoverata: “Sono in ospedale da due mesi, fatemi gli auguri”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Auto fuori strada in Umbria, quattro giovani morti
Cronaca / Il tribunale di Roma: “Gli immobili dei tedeschi vanno pignorati per risarcire le vittime del nazismo”
Cronaca / Maria Giovanna Maglie ricoverata: “Sono in ospedale da due mesi, fatemi gli auguri”
Cronaca / Napoli, 13enne disabile picchiata da un gruppo di coetanei per un like a un ragazzo
Cronaca / Individuato il camionista che ha investito Davide Rebellin
Cronaca / “I pediatri hanno troppi pazienti”: coppia non riesce a far visitare il figlio di 20 mesi con la febbre alta per una settimana
Cronaca / “Il lockdown lo ha cambiato”: le ombre sulla morte di Riccardo Faggin prima della sua (finta) laurea
Cronaca / Trento, lei vuole lasciarlo e lui tenta di strangolarla: arrestato un 40enne
Cronaca / Covid, la Corte costituzionale salva l’obbligo vaccinale: ricorsi inammissibili e non fondati
Cronaca / Costringono la sorella 15enne a prostituirsi per sfamare la famiglia in Romania: condannate