Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Dopo la sospensione in Usa, vertice tra Aifa e ministero della Salute su Johnson & Johnson. Speranza: “Valuteremo, ma vaccino da usare”

Immagine di copertina
Vaccino johnson and johnson Credits: Twitter

Nel pomeriggio di martedì 13 aprile si è svolta una riunione al ministero della Salute con l’Aifa sullo sfondo della notizia arrivata da oltreoceano, dove il vaccino monodose di Johnson & Johnson è stato sospeso su richiesta dalla Food and Drug Administration e dei Centers for Disease Control and Prevention, la massima autorità dello Stato americano in materia di controllo sulla sanità pubblica. La sospensione negli Usa ha provocato anche un rinvio delle consegne in Europa da parte dell’azienda, motivo per cui si è reso necessario un vertice al ministero.

“Abbiamo fatto una riunione oggi pomeriggio con i nostri scienziati, con l’Agenzia italiana del farmaco, chiaramente siamo in collegamento con l’agenzia europea e valuteremo nei prossimi giorni appena Ema e gli americani ci daranno notizie più formali e definitive quale sarà la strada migliore” ha dichiarato il ministro della Salute Speranza durante la registrazione di Porta a Porta.

“Io penso che anche questo vaccino dovrà essere utilizzato perché è un vaccino importante” ha aggiunto il ministro sottolineando che la decisione statunitense di sospendere il vaccino è “anch’essa precauzionale. Il nostro auspicio è quello di poter sciogliere al più presto quei nodi per usare anche questo vaccino che sarebbe il quarto”.

Dagli Usa all’Australia

La decisione delle autorità americane per la sospensione precauzionale del vaccino è dovuta ad alcuni casi di trombosi avvenuti in 6 persone che avevano ricevuto il vaccino. La stessa azienda produttrice del vaccino è intervenuta, sottolineando che il nesso trai coaguli e il farmaco non è stato dimostrato e che i casi sono stati “rari”. “Al momento nessun nesso causale chiaro è stato determinato fra i rari eventi tromboembolici segnalati e il vaccino anti Covid di Janssen”, dicono le aurità Usa.

In precedenza si era saputo che l’Australia si era rifiutata di acquistare il vaccino J&J, per il fatto che le autorità non volevano avere un altro siero anti-Covid basato sulla piattaforma dell’adenovirus. E in Italia? Proprio oggi all’hub nazionale della Difesa a Pratica di Mare è atteso l’arrivo delle prime 184mila dosi del vaccino J&J.

Aifa e AstraZeneca

Nel frattempo l’Aifa ha pubblicato una nota sul proprio sito relativa al vaccino Vaxzevria, in cui considera “plausibile” il nesso tra il vaccino di AstraZeneca ed i casi di trombosi, sottolineando però come queste reazioni avverse siano “molto rare” anche se “hanno superato quanto atteso nella popolazione generale”.

Infine l’Aifa raccomanda l’uso di questo vaccino in linea con le indicazioni nazionali (fascia d’età superiore a 60 anni) e invita il personale sanitario a “vigilare su segni e sintomi di tromboembolia e/o trombocitopenia e informare di conseguenza i vaccinati.”

Leggi anche: 1. Roma, i ristoratori tornano in piazza: tensione con la polizia | DIRETTA; // 2. Vaccini, De Luca contro Draghi: “In Campania non procederemo per fasce d’età”; // 3. Il ministro Garavaglia (Lega): “L’Italia deve riaprire entro il 2 giugno”; // 4. Speranza: “Over 60 vaccinati entro giugno. Salvini raccatta voti sulla difficoltà delle persone”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL COVID IN ITALIA E NEL MONDO

TUTTI I NUMERI SUL COVID NEL MONDO

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Omicidio Mollicone, la testimone: “Serena ha litigato con un ragazzo il giorno della scomparsa”
Cronaca / Montepulciano, 23enne morto sul lavoro: è stato colpito al petto da un tubo di ferro
Cronaca / Milano, abusi su bambine in una scuola materna: maestro arrestato
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Omicidio Mollicone, la testimone: “Serena ha litigato con un ragazzo il giorno della scomparsa”
Cronaca / Montepulciano, 23enne morto sul lavoro: è stato colpito al petto da un tubo di ferro
Cronaca / Milano, abusi su bambine in una scuola materna: maestro arrestato
Cronaca / Napoli, traghetto da Capri urta banchina: una trentina i feriti, uno in codice rosso
Cronaca / Marco Luis (“il bodybuilder più pompato di sempre”) è morto a 46 anni per cause ignote
Cronaca / Armato a San Pietro: arrestato a Roma super ricercato
Cronaca / Come si entra nei Servizi segreti? Ecco il bando per nuovi 007
Cronaca / In 2 anni 32.500 posti in meno negli ospedali italiani
Cronaca / Desenzano del Garda, multato per aver pulito la spiaggia del lago: parte la colletta
Cronaca / Fa retromarcia e investe il figlio di un anno: il piccolo Matteo muore dopo due giorni di agonia