Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 14:00
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Operato d’urgenza dopo una violenza sessuale, ma in realtà era ridotto così per sesso estremo

Immagine di copertina

Fa sesso estremo e viene operato d’urgenza, ma aveva finto di aver subito una violenza sessuale

Voleva proteggere la sua privacy, perciò ha preferito mentire e raccontare una storia inventata piuttosto che la verità: dopo aver fatto sesso estremo, un uomo è finito in ospedale e ha finto di aver subito una violenza sessuale.

La storia arriva da Borgo Valbelluna, nel Bellunese, dove vive l’uomo di 56 anni, e risale a tre anni fa. Una sera l’uomo si è presentato al pronto soccorso e ha raccontato ai medici una storia che il giudice Angela Feletto ha scoperto poi essere inventata.

Il 56enne ha riferito ai medici in pronto soccorso di aver subito una violenza: fornendo i dettagli della vicenda, l’uomo ha riferito che, mentre si trovava nei pressi di un ponte non lontano dal supermercato Kanguro, è stato avvicinato da un uomo che l’ha rapinato.

Il racconto dell’uomo è stato riportato meticolosamente in aula dalla dottoressa quella sera di turno al pronto soccorso: secondo quanto riportato dal medico, l’uomo al pronto soccorso aveva inveito contro le persone – immigrati, secondo il racconto – che l’avevano aggredito, derubato e poi violentato, con un bastone.

“Era molto dolorante ed ho subito individuato la presenza di un corpo estraneo”, ha riferito in aula la dottoressa. I medici a quel punto hanno proceduto sottoponendo l’uomo a una serie di analisi per decidere poi di trasportare il 56enne immediatamente in sala operatoria.

In seguito all’operazione chirurgica, i medici hanno rinvenuto all’interno del corpo del 56enne una siringa da pasticciere. Ad avvalorare la tesi che l’oggetto si trovasse nel corpo dell’uomo per volontà del 56enne c’è il fatto che i medici non hanno riscontrato segni di violenza fisica di alcun tipo. La presunta vittima dell’aggressione non aveva nessuna traccia di contusioni al capo come aveva dichiarato, né altri segni sul corpo.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / “Non è stato un incidente, è stata uccisa”: il giallo della morte di Alessia Sbal, investita sul Gra di Roma
Cronaca / A che ora Papa Francesco va a Piazza di Spagna a Roma per la Festa dell’Immacolata: l’orario
Cronaca / Immacolata 2022, supermercati e negozi aperti o chiusi oggi, 8 dicembre
Ti potrebbe interessare
Cronaca / “Non è stato un incidente, è stata uccisa”: il giallo della morte di Alessia Sbal, investita sul Gra di Roma
Cronaca / A che ora Papa Francesco va a Piazza di Spagna a Roma per la Festa dell’Immacolata: l’orario
Cronaca / Immacolata 2022, supermercati e negozi aperti o chiusi oggi, 8 dicembre
Cronaca / Disabile lasciata a terra da Ryanair: “Poche volte mi sono sentita così ‘diversa’”
Cronaca / Prima alla Scala, Mattarella: “La cultura russa non si cancella”. Meyer risponde a Sgarbi: “Pena per le sue parole”
Cronaca / Milano, tenta di sfregiarlo con l’acido ma lui riesce a bloccarla: la stalker ai domiciliari
Cronaca / Verona, madre condannata per omicidio: “Ha scosso con eccessiva energia il figlio di un mese”
Cronaca / Verona, assalto ai tifosi del Marocco da parte dei neofascisti: 13 fermati
Cronaca / Il 2023 sorride ai lavoratori: con quattro giorni di ferie si potranno fare 32 giorni di vacanza grazie ai “ponti”
Cronaca / “Chi è davvero il mio fidanzato?”: 18enne posta su Instagram i lividi e denuncia il suo ex