Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 16:03
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Ritiro ovetti Kinder per pericolo salmonella: la guida dell’azienda per individuare i lotti a rischio

Immagine di copertina

“Con riferimento al richiamo precauzionale e volontario, recentemente adottato dal Gruppo Ferrero nel Regno Unito ed in altri Paesi Europei, di alcuni specifici lotti di produzione Kinder realizzati presso lo stabilimento di Arlon (Belgio), Ferrero ha deciso di predisporre, anche in Italia, in accordo con le autorità sanitarie nazionali, un richiamo precauzionale di specifici lotti di produzione di Kinder Schoko-Bons, provenienti dallo stesso stabilimento”: lo ha comunicato in una nota la multinazionale di Alba dopo i casi di salmonella che hanno causato il ritiro dei bonbon di cioccolato al latte dal Regno Unito e dall’Irlanda.

Con una serie di provvedimenti successivi Ferrero ha ritirato dal mercato (e invitato i rivenditori a toglierli dallo scaffale) i seguenti prodotti: il cestino di Kinder Sorpresa con sei ovetti a tema “Pulcini”, Kinder Sorpresa Maxi da 100 grammi con i “Puffi” e con l’eroina “Miraculous” e tutti i lotti di Kinder Schoko-Bons, che non sono ovetti ma praline di cacao con un crema all’interno. Questi prodotti sono stati ritirati dal mercato perché prodotti nello stabilmente di Arlon.

Sul sito dell’azienda è disponibile una guida per individuare i lotti di prodotti a rischio contaminazione con salmonella, il batterio che provoca la salmonellosi.

Nel frattempo però sono stati segnalati da parte delle autorità sanitarie pubbliche una serie di casi di salmonellosi, soprattutto in bambini sotto i dieci anni. I casi collegati al consumo di cioccolato sono al momento 150, nessuno dei quali in Italia. L’8 aprile 2022, dopo alcuni controlli ufficiali, l’autorità per la sicurezza alimentare in Belgio ha ritirato l’autorizzazione alla produzione per lo stabilimento di Arlon e l’azienda ha richiamato tutti i lotti di tutti i prodotti usciti dallo stabilimento belga, indipendentemente dalla data di produzione e di scadenza.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Ruby ter, la pm: “Berlusconi aveva schiave sessuali, questa è storia”
Cronaca / I bodyguard della Roma picchiano due giornalisti alla cena della squadra: “Dateci le foto!”
Cronaca / Suicidio assistito, l'appello di Fabio Ridolfi: "Lo Stato mi aiuti a morire"
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Ruby ter, la pm: “Berlusconi aveva schiave sessuali, questa è storia”
Cronaca / I bodyguard della Roma picchiano due giornalisti alla cena della squadra: “Dateci le foto!”
Cronaca / Suicidio assistito, l'appello di Fabio Ridolfi: "Lo Stato mi aiuti a morire"
Cronaca / Mosca convoca l’ambasciatore italiano: 24 diplomatici espulsi dalla Russia
Cronaca / Flatulenze al Tg1, la giornalista Mondini: “In ufficio non si respirava, i capi dissero ‘calci in c**o per chi non resta”
Cronaca / Liliana Segre invita Chiara Ferragni al Memoriale della Shoah: “Se venisse qui molti giovani la seguirebbero”
Cronaca / Covid: rimane l’obbligo di mascherina Ffp2 su tutti voli in Italia
Cronaca / Incinta del suo studente 13enne, prof condannata per violenza sessuale
Cronaca / Fermato dai carabinieri, scopre di essere scomparso da 5 anni: tenta di contattare il padre ma è morto
Cronaca / Firenze, disoccupato trova per terra 1000 euro e li restituisce alla polizia