Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 18:07
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Processo Pamela Mastropietro: spunta un nuovo teste, ma non convince la procura

Immagine di copertina

Il processo per la morte di Pamela Mastropietro prosegue e ora sembra essere spuntato un nuovo testimone che potrebbe dare una svolta al terribile caso di omicidio che ha sconvolto l’opinione pubblica.

A quanto afferma la famiglia delle 18enne romana uccisa e fatta a pezzi il 30 gennaio 2018, proprio questo nuovo teste potrebbe essere in grado di “aprire certamente una nuova fase del processo” nei confronti di Innocent Oseghale.

L’uomo, uno spacciatore nigeriano, è infatti rimasto l’unico imputato davanti alla corte d’assise di Macerata e secondo Marco Valerio Verni, avvocato dei Mastropietro, il nome del nuovo testimone sarebbe venuto fuori da un giornalista.

“La scorsa settimana è stato un vostro collega a segnalarmelo – ha infatti spiegato Verni mentre parlava con i cronisti nel corso di una pausa durante il processo – e ho subito inoltrato il nome alla procura, tramite i carabinieri, per le opportune valutazioni”. Il teste, però, è stato “ritenuto inattendibile sotto alcuni punti di vista” dalla procura.

“A nostro avviso includerlo nel dibattimento male non avrebbe fatto, perché a Oseghale nulla toglie visto che anche lui conferma di aver ucciso Pamela con due coltellate”, ha spiegato sempre l’avvocato della giovane vittima. “Semmai – ha continuato Verni – avrebbe aggiunto una responsabilità in più a Desmond (cioè Lucky) perché secondo questo nuovo teste, era proprio Desmond a reggere Pamela mentre questa subiva le coltellate”.

“È chiaro che ne vada vagliata l’attendibilità – ha infine chiarito il legale – forse poteva essere fatto prima, peccato che la procura abbia preso questo indirizzo. Ciò non toglie che possa tornare utile per altri aspetti”.

“È magia nera”: al processo per la morte di Pamela mostrate le foto agghiaccianti del cadavere fatto a pezzi

Omicidio Pamela Mastropietro, la lettera di Oseghale: “Chiedo perdono, ma non l’ho uccisa io”

Pamela Mastropietro, parla Oseghale: “Ho fatto a pezzi il cadavere, ma non l’ho uccisa io”

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 2.983 casi e 14 morti: tasso di positività allo 0,6%
Cronaca / I sindacati scendono in piazza dopo l’assalto alla Cgil. Landini: "Le organizzazioni fasciste devono essere sciolte"
Cronaca / Green Pass, l’Italia non si blocca: proteste in tutto il Paese contro l’obbligo sul luogo di lavoro, ma senza disagi
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 2.983 casi e 14 morti: tasso di positività allo 0,6%
Cronaca / I sindacati scendono in piazza dopo l’assalto alla Cgil. Landini: "Le organizzazioni fasciste devono essere sciolte"
Cronaca / Green Pass, l’Italia non si blocca: proteste in tutto il Paese contro l’obbligo sul luogo di lavoro, ma senza disagi
Cronaca / Covid, oggi 2.732 casi e 42 morti: il bollettino del 15 ottobre 2021
Cronaca / Due gemelli cambiano sesso lo stesso giorno: Giulio e Guido sono Giulia e Gaia
Cronaca / Addio ad Alitalia, nasce Ita Airways: nuovo logo, aerei azzurri e tricolore sulla coda
Cronaca / Green Pass, i no vax Barillari e Cunial occupano gli uffici della Regione Lazio
Cronaca / Green Pass obbligatorio, ma i tamponi non bastano per tutti i lavoratori
Cronaca / I No Pass non fermano l'Italia: niente blocco a Trieste
Cronaca / Lo storico Emilio Gentile a TPI: “Sciogliere Forza Nuova? Attenzione all’effetto martirio”