Covid ultime 24h
casi +22.930
deceduti +630
tamponi +148.945
terapie intensive +9

Tragedia a Napoli: 88enne spara ai due figli invalidi e ne uccide uno. “Ero disperato per il loro futuro”

Di Angelica Pansa
Pubblicato il 30 Ago. 2020 alle 13:39 Aggiornato il 30 Ago. 2020 alle 14:31
150
Immagine di copertina

Tragedia a Napoli: 88enne ai due figli invalidi e ne uccide uno. “Ero disperato per il loro futuro”

“Ero disperato per il loro futuro”. Così ha dichiarato l’88 napoletano che per la disperazione ha sparato ai figli, 47 e 51 anni, entrambi portatori di handicap, uccidendo il più giovane. Il fatto è avvenuto intorno alle 5 di stamattina a Soccavo, quartiere della zona occidentale di Napoli, mentre i due figli dell’uomo dormivano. L’uomo ha esploso due colpi di pistola contro i figli e poi ha chiamato immediatamente la Polizia per confessare.

La vittima aveva 47 anni e dalla nascita soffriva di un’invalidità grave, che rendeva la vita di ogni giorno molto difficile. Il padre era tormentato dalle precarie condizioni della famiglia e per il futuro dei figli, una volta che lui non ci sarebbe più stato. L’uomo ha sparato diversi colpi di pistola anche contro la moglie, in casa presente al momento dell’omicidio. La donna però è rimasta illesa mentre il figlio più grande ora si trova all’ospedale in gravi condizioni.

Dopo la chiamata al 118 sul posto sono intervenute immediatamente le forze dell’ordine che hanno raccolto la confessione dell’uomo. I due coniugi sono stati portati poi negli uffici della Polizia di Stato per gli accertamenti del caso. Il figlio più grande è stato trasferito d’urgenza all’ospedale mentre per quello più giovane non c’è stato nulla da fare.

Leggi anche: 1.Teramo, muore ragazzo di 29 anni a seguito di un intervento cardio chirurgico/2.Maltempo, albero cade su una tenda: morte due sorelle di 3 e 14 anni/3.Consigliere regionale aggredito a Napoli: Borrelli pestato fuori dall’ospedale San Giovanni Bosco

150
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.