Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 00:02
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Morto Claudio Ferretti, storica voce di “Tutto il calcio minuto per minuto”

Immagine di copertina
Credit: RadioRai

Lutto nel mondo del giornalismo. È morto all’età di 77 anni Claudio Ferretti, storica voce di “Tutto il calcio minuto per minuto” e conduttore del Tg3. Il giornalista era uno dei radiocronisti più riconoscibili ed apprezzati della trasmissione calcistica. Così su twitter lo ricorda Riccardo Cucchi: “Una voce. Una straordinaria voce. Una voce da Tutto il calcio, una voce del ciclismo, dell’atletica leggera. Un compagno delle nostre domeniche con il quale ho avuto l’onore di lavorare. Claudio Ferretti ci ha lasciato”, postando una foto in cui il giornalista è in compagnia di Sandro Ciotti, Mario Giobbe ed Enrico Ameri.

Claudio Ferretti era figlio d’arte. Il padre, Mario, era il celebre giornalista che coniò la frase: “Un uomo solo è al comando, la sua maglia è biancoceleste, il suo nome è Fausto Coppi” quando il campionissimo vinse la Cuneo-Pinerolo al termine di una storica scalata. Claudio entrò in Rai come collaboratore nel 1963. Fu assunto cinque anni più tardi dopo aver vinto il concorso per radiocronisti. La sua carriera iniziò da Tutto il calcio per spostarsi in altri campi dello sport. Ad esempio raccontò il pugilato, è di Claudio Ferretti la radiocronaca del primo Benvenuti vs Monzon, e il ciclismo, suo il racconto della sfida tra Bertoglio e Galdos sullo Stelvio nel 1975.

Nel 1988 lasciò la radio ed approdò alla conduzione del Tg3 nazionale e a quella di programmi di approfondimento come “È quasi goal”, con Sandro Ciotti o “Anni azzurri”. Messo a capo della redazione sportiva del tg del terzo canale e a quella culturale, condusse dal 1998 al 2000 la moderna versione del “Processo alla tappa”, la trasmissione ideata nel 1962 da Sergio Zavoli. In occasione del cinquantesimo compleanno di “Tutto il calcio” tornò ai microfoni dell’amata trasmissione affiancando proprio Riccardo Cucchi da Firenze per commentare insieme Fiorentina-Bari.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Sicurezza COVID-19 nelle scuole: un diritto per gli studenti, un dovere per le autorità sanitarie
Cronaca / Padre denuncia il figlio 16enne che aveva picchiato un compagno di scuola: “Dove abbiamo sbagliato?”
Cronaca / Covid, 2.697 casi e 70 morti nell'ultimo giorno, positività allo 0,4%. Nuovo record di tamponi: oltre 600mila
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Sicurezza COVID-19 nelle scuole: un diritto per gli studenti, un dovere per le autorità sanitarie
Cronaca / Padre denuncia il figlio 16enne che aveva picchiato un compagno di scuola: “Dove abbiamo sbagliato?”
Cronaca / Covid, 2.697 casi e 70 morti nell'ultimo giorno, positività allo 0,4%. Nuovo record di tamponi: oltre 600mila
Cronaca / Stangata su benzina e gasolio, i prezzi per un pieno volano e sono destinati ad aumentare ancora
Cronaca / Blitz contro le organizzazioni neonaziste in tutta Italia: 26 indagati
Cronaca / Covid, oggi 1.597 casi e 44 morti: tasso di positività allo 0,7%
Cronaca / Inchiesta mascherine, l'ex commissario all'emergenza Covid Arcuri indagato per abuso d’ufficio e peculato
Cronaca / Come può cambiare il virus nei prossimi mesi: ecco tutte le variabili
Cronaca / Sgomberati dalla Regione Lazio, i no green pass Barillari e Cunial chiedono asilo politico alla Svezia
Cronaca / Trieste: la polizia sgombera il varco 4 del porto, occupato dai manifestanti no green pass