Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:04
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Morta Laura Siani, la pm di Lecco aveva 44 anni

Immagine di copertina

Morta in casa Laura Siani, la pm di Lecco aveva 44 anni

È stata trovata senza vita nella sua abitazione Laura Siani, sostituto procuratore di 44 anni in servizio a Lecco dallo scorso mese di marzo. A rinvenire il corpo della pm una sua collega. Secondo le prime ricostruzioni, ancora da confermare, è probabile che si sia trattato di un gesto volontario. Nativa di Sesto San Giovanni, era figlia del noto musicista Dino Siani, scomparso nel 2017, nonché sorella di Giorgio Siani, ex sindaco di Mandello del Lario.

“Ieri sera verso le 20 – ha raccontato il sostituto procuratore lecchese Paolo Del Grosso – mi sono recato io a cercare la dottoressa Siani presso il suo appartamento poiché la collega non si era presentata al lavoro e non rispondeva al telefono. Tramite i condomini e i proprietari dell’appartamento, sono riuscito dopo vari tentativi ad entrare da una porta finestra e ho rinvenuto il cadavere della povera collega. Ho poi comunicato la notizia ai colleghi, ai carabinieri e al medico dottor Tricomi, che sono tutti giunti poco dopo sul posto”.

 

 

Laura Siani prima di arrivare a Lecco era stata in servizio a Palermo e prima ancora a Lodi. Durante il servizio alla Procura di Lodi la pm aveva lavorato a importanti inchieste come quella sulla turbativa d’asta che aveva coinvolto pubblici amministratori della città Lodigiano e portò nel 2016 all’arresto dell’allora sindaco del Pd Simone Uggetti.

Negli ultimi mesi la Siani aveva anche lavorato su una presunta banda di finti dietologi che, in un’associazione di Cruillas, in cambio di denaro avrebbero prescritto cure dimagranti a base di integratori alla frutta e alle erbe. “Noi tutti – ha aggiunto il pm Paolo Del Grosso – piangiamo ora una collega brava, molto disponibile e molto attaccata al lavoro, che ci ha lasciato un dolore irreparabile”.

LE ULTIME NOTIZIE DI CRONACA
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 16.632 casi e 75 morti: tasso di positività al 2,6%
Cronaca / Chi è Guido Russo, il dentista No vax di Biella con il braccio in silicone: “Dovevo lavorare”
Cronaca / Milano, Gaia Romani cambia la targa di “assessore” con “assessora”: “Si parte dalle piccole cose”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 16.632 casi e 75 morti: tasso di positività al 2,6%
Cronaca / Chi è Guido Russo, il dentista No vax di Biella con il braccio in silicone: “Dovevo lavorare”
Cronaca / Milano, Gaia Romani cambia la targa di “assessore” con “assessora”: “Si parte dalle piccole cose”
Cronaca / Il conduttore di X Factor Ludovico Tersigni indagato per diffamazione dopo un post su Instagram
Cronaca / Eitan è tornato in Italia, 84 giorni dopo il sequestro: “Felice di essere a casa”
Cronaca / Covid, oggi 17.030 casi e 74 morti: tasso di positività al 2,9%
Cronaca / Lo spot sul Parmigiano Reggiano fa arrabbiare il web: “Sfruttamento del lavoro”. L’azienda: “Lo cambieremo”
Cronaca / Covid: Bolzano in zona gialla da lunedì, cinque regioni a rischio entro Natale
Cronaca / “Noi studenti schiavi della lode”
Cronaca / “La biblioteca che batte l’algoritmo”: intervista a Maranesi, il rettore più giovane d’Italia