Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 19:39
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Mattia, il paziente 1 di Codogno, può tornare a casa e riabbracciare sua moglie

Immagine di copertina

Coronavirus: Mattia, il paziente 1 di Codogno, può tornare a casa

È trascorso esattamente un mese da quel 20 febbraio quando Mattia – 38enne ricercatore dell’Unilever – si sottopose al test per il Coronavirus. Il verdetto del tampone lo etichettò come “il Paziente 1”. Dopo 30 giorni di ricovero e tantissime difficoltà, Mattia può tornare a casa da sua moglie che, tra qualche giorno, diventerà mamma.

L’uomo, atleta e runner, si era presentato una prima volta all’ospedale di Codogno nel pomeriggio del 18 febbraio, senza però avere i sintomi che avrebbero potuto portare a identificarlo come caso ‘sospetto’. Dopo gli accertamenti e le terapie necessarie, nonostante la proposta di ricovero, aveva deciso di tornare a casa. Poche ore dopo la situazione era peggiorata. La mattina del 20 febbraio fu necessario l’intervento del rianimatore e il ricovero nel reparto di terapia intensiva. Dopo che la moglie informò i medici di una cena di fine gennaio tra il marito e alcuni amici, tra cui uno appena rientrato dalla Cina, venne effettuato il tampone. Così la scoperta del primo caso in Lombardia e in seguito degli altri casi positivi.

“Respira da solo lo abbiamo appena staccato anche dall’ultima macchina – ha detto a La Repubblica Raffaele Bruno, primario di malattie infettive del Policlinico San Matteo di Pavia, dove il Paziente 1 era stato trasferito dopo il tampone effettuato all’Ospedale di Codogno -. Finalmente posso dirlo: sta guarendo. Ora piange perché è felice: sa che la vita gli ha regalato il tempo per veder nascere la sua prima figlia”. I medici gli hanno salvato la vita.

Un’infermiera riporta a Repubblica le parole che il ragazzo le ha detto durante i difficili momenti della malattia: “Ho tenuto duro perché sto per diventare papà. Mentre avevo il tubo nella trachea ho pensato che se fossi stato solo, avrei mollato. È la vita degli altri a trascinarci avanti”.

E ora gli anticorpi di Mattia possono portare a nuove cure per tutti gli altri malati. “Abbiamo isolato gli anticorpi prodotti dai primi contagiati nel Lodigiano. Il loro plasma, come già in Cina, aiuterà a salvare molte vite- ha spiegato il primario di Virologia, il dottor Fausto Baldanti a La Repubblica -. Ed è pronto un test più rapido e completo del tampone. Non distingue solo chi è positivo da chi è negativo. Rivela anche la concentrazione del virus. Sapere subito quanto ce n’è, rende le terapie più efficaci e tempestive”.

Leggi anche: 1. Coronavirus, l’Italia supera 3mila morti: più della Cina e di tutti gli altri Paesi del mondo 2.  “Un ospedale per i malati ci sarebbe: il Forlanini, ma la Regione lo ha bloccato”. Parla il prof Martelli

3. Coronavirus, i ricercatori cinesi in Italia: “Vi abbiamo portato il plasma con gli anticorpi” /4. Coronavirus, Bergamo: così vengono curati i pazienti, sistemati anche nei corridoi

TUTTE LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

Ti potrebbe interessare
Cronaca / 17 morti e 5.143 casi nell'ultimo giorno: tasso di positività a 2,1%
Cronaca / Burioni: “Dal 6 agosto i no vax saranno agli arresti domiciliari, chiusi in casa come sorci”
Cronaca / Il caso dell’imprenditore italiano in cella negli Emirati da 4 mesi. Avvocato a TPI: “L’Italia lo aiuti, non ci sono accuse”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / 17 morti e 5.143 casi nell'ultimo giorno: tasso di positività a 2,1%
Cronaca / Burioni: “Dal 6 agosto i no vax saranno agli arresti domiciliari, chiusi in casa come sorci”
Cronaca / Il caso dell’imprenditore italiano in cella negli Emirati da 4 mesi. Avvocato a TPI: “L’Italia lo aiuti, non ci sono accuse”
Cronaca / Internet, rivoluzione “social”: online “heArt”, la piattaforma che connette artisti e amanti di ogni forma d’arte
Cronaca / Formentera, l'isola che se ne frega del Covid: "Altro che Green pass, qui assembramenti e zero controlli"
Cronaca / Il pentimento dei no vax che finiscono in ospedale: “Non eravamo informati”
Cronaca / Omicidio Voghera, l’ultima ipotesi investigativa: “L’assessore stava cercando la vittima”
Cronaca / “Può uccidere ancora”: il pm chiede la convalida dell’arresto per l’assessore leghista di Voghera
Cronaca / Torino, folla in piazza contro il Green Pass: “È discriminatorio, vogliamo la libertà”
Cronaca / Morto lo scrittore Christian La Fauci. La madre non autosufficiente è deceduta di stenti