Brescia, paziente Covid rivede la moglie dopo tre mesi di terapia intensiva e si riprende

Di Giovanni Macchi
Pubblicato il 26 Lug. 2020 alle 17:43 Aggiornato il 26 Lug. 2020 alle 17:45
46
Immagine di copertina

Paziente Covid vede la moglie ed esce da tre mesi di terapia intensiva

Un uomo affetto da Coronavirus, in terapia intensiva da tre mesi agli Spedali Civili di Brescia, ha iniziato a manifestare sintomi di ripresa dopo aver rincontrato la moglie. La decisione di far ritrovare i due coniugi è stata presa dai medici dell’Unità operativa Anestesia e Rianimazione, dove il paziente si trovava ormai da 95 giorni. I dottori hanno pensato che il contatto con la compagna avrebbe potuto giovare al paziente. E in effetti, dopo che la donna è entrata nel reparto con la mascherina, i guanti, la tuta, gli occhiali e ha cominciato a parlare al marito, l’uomo ha iniziati a mostrare i primi segnali di miglioramento, fino a uscire dalla terapia intensiva. “È stata un’illuminazione felice”, ha detto Gabriele Tomasoni, primario di Brescia. Dopo giorni di lenta ripresa, l’anziano è guarito, ed è ora fuori pericolo.

Leggi anche: 1. Covid: “Dopo la sentenza del TAR ora il governo tiri fuori gli atti del Cts secretati” / 2. L’euforia da Recovery è già finita, il governo è (ancora) lacerato / 3. Lorenzin: “La Legge 23 della Lombardia ha fallito, ma la lezione del Covid-19 serva a tutto il Paese”

4. Le 13 inchieste aperte in Lombardia dall’inizio della pandemia / 5. Coronavirus, come funziona il vaccino di Oxford: 32mila volontari pronti a testarlo / 6. Caso camici, il governatore della Lombardia Fontana indagato: “Regione corretta”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

46
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.