Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 08:09
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Infarto mentre corre al parco, l’ambulanza viene bloccata dai dissuasori elettronici: muore 49enne a Torino

Immagine di copertina

A perdere la vita è stato Luca Zambelli, avvocato di Settimo Torinese. Nel parco non c'era un defibrillatore

Luca Zambelli, avvocato di 49 anni di Settimo Torinese, è morto dopo essere stato colto da un infarto mentre faceva jogging al parco del Valentino, a Torino, domenica mattina. L’ambulanza arrivata per soccorrerlo, secondo il verbale degli operatori e il racconto dei testimoni, è rimasta bloccata dai dissuasori elettronici che fermano le macchine all’ingresso del parco su corso Massimo D’Azeglio. L’episodio ha scatenato molte polemiche anche per la difficoltà nel reperire un defibrillatore all’interno del parco.

Zambelli si è sentito male mentre correva. Alcuni podisti lo hanno visto cadere a terra e hanno iniziato a cercare un defibrillatore, qualcun altro ha chiamato un’ambulanza. Ma quando i soccorritori sono arrivati i varchi sono rimasti chiusi e nemmeno l’intervento della guardia di finanza è riuscito a sbloccarli.

Gli agenti hanno caricato in macchina due sanitari dell’ambulanza con l’attrezzatura e  hanno fatto il giro del parco per raggiungere il paziente evitando i varchi. Anche un medico che si trovava in zona ha cercato di salvare Zambelli, praticandogli un massaggio cardiaco fino all’arrivo dei sanitari. Ma ogni tentativo è stato inutile: l’avvocato è morto poco dopo l’arrivo dei soccorritori.

I varchi dovrebbero aprirsi automaticamente quando passa un mezzo di soccorso, ma qualcosa evidentemente è andato storto. L’ambulanza, secondo quanto risulta alla centrale del 118, risulta arrivata in corso Massimo d’Azeglio nei tempi previsti per un normale intervento. Al momento non è noto quanto sia durato l’effettivo ritardo procurato dal mancato abbassamento dei piloni mobili e se questo sia stato determinante per la morte di Zambelli.

Leggi anche: 1. Bari, donna ha un infarto ma l’ambulanza arriva dopo 50 minuti. La figlia: “È morta tra le mie braccia”/2. Napoli, madre positiva al Covid partorisce in casa e la bimba prematura muore: polemica sui soccorsi /3. La bozza del nuovo piano pandemico 2021-2023: “Se risorse sono scarse scegliere chi curare prima” /4. Torino, si allenano in palestra nonostante il Covid: multate 15 persone. Denunciato il gestore

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Regione Lazio, via libera alla legge sui diritti delle persone con disabilità
Cronaca / Covid, oggi 22.438 casi e 114 morti: il bollettino del 25 maggio 2022
Cronaca / Chi dice “no” al lavoro h24: la storia dell’atleta paralimpica Martina Caironi
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Regione Lazio, via libera alla legge sui diritti delle persone con disabilità
Cronaca / Covid, oggi 22.438 casi e 114 morti: il bollettino del 25 maggio 2022
Cronaca / Chi dice “no” al lavoro h24: la storia dell’atleta paralimpica Martina Caironi
Cronaca / Gratteri a La7: “Minacce di morte? Ho paura ma cerco di addomesticarla. Se mi fermo, mi sento un vigliacco”
Cronaca / Ilaria Capua: “Mi fermo per un anno. Il Covid ha cambiato le priorità di tutti noi, anche personali”
Cronaca / Covid, oggi 29.875 casi e 95 morti: il bollettino del 24 maggio 2022
Cronaca / L’ex giudice Carnevale: “Falcone non era il più importante pm antimafia, esaltato oltre i suoi meriti”
Cronaca / Vaiolo delle scimmie, l’Ecdc: "Rischio che diventi endemico in Europa"
Cronaca / Roma, venditore di rose dà fuoco ai capelli di una ragazza: “Era deluso dalle poche vendite”
Cronaca / La giocatrice di basket difende il suo allenatore: “Non c’è stato nessuno schiaffo, avevo sbagliato un tiro”