Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:19
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Grosseto, ristoratore non riesce a trovare camerieri: “In premio una vacanza esotica per chi viene a lavorare da noi”

Immagine di copertina

Non riuscendo a trovare camerieri per il suo stabilimento con ristorante in vista della prossima stagione estiva, un ristoratore ha deciso di lanciare un premio per chi deciderà di andare a lavorare nel suo locale. Una vacanza al mare in una località esotica, da godersi a gennaio 2023. Una storia che arriva da Ansedonia, in provincia di Grosseto. Daniele Avvento è il titolare del bagno e ristorante La Capannuccia e per la prossima estate dovrà fare i conti, come tanti suoi colleghi, nella difficoltà di trovare lavoratori. Così ha deciso di promettere: “Darò come premio una vacanza al mare a gennaio 2023 a chi viene a lavorare con me per la stagione estiva”.

Intervistato da Repubblica, l’imprenditore ha spiegato che la meta è ancora da decidere: “Di sicuro sarà al mare e il periodo sarà il gennaio 2023. È un premio per chi viene a lavorare qua, non va senz’altro a intaccare lo stipendio. La vacanza è a mie spese, ci porterò tutti i miei collaboratori”. Ma com’è nata questa curiosa idea? “C’era difficoltà a trovare gente per l’estate 2022, quindi mi sono messo nei panni di un giovane. Se deve rinunciare alla vacanza per la stagione estiva, perché un giovane non può farsi le ferie al mare a gennaio? Va detto, inoltre, che sul nostro lavoro c’è disinformazione”, spiega Avvento. “Sembra che chi lavora in uno stabilimento balneare fatichi 18 ore al giorno con paghe da fame, quando in realtà non è così. Ci sono giorni liberi e le paghe sono dignitose. Con questa proposta ho voluto mettere in chiaro come e qual è il nostro lavoro”.

Lo stipendio sembra di tutto rispetto: “Un cameriere da noi, per esempio, prende 1.500 euro al mese se fa il servizio a pranzo. Raddoppia se fa anche la cena. Si lavora, questo è vero, ma la paga non è da fame”. “Nelle ultime ore il mio cellulare è bollente. Adesso farò passare il weekend del 25 aprile e poi inizierò dei colloqui. A breve partirà la stagione anche da noi”, ha spiegato il ristoratore.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 19.666 casi e 105 morti: il bollettino del 27 maggio 2022
Cronaca / Al ristorante senza pagare: “Siamo Casamonica”. Tre esponenti arrestati per estorsione
Cronaca / Lavoro h24: “Che il diritto salariale delle casalinghe sia fissato per legge”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 19.666 casi e 105 morti: il bollettino del 27 maggio 2022
Cronaca / Al ristorante senza pagare: “Siamo Casamonica”. Tre esponenti arrestati per estorsione
Cronaca / Lavoro h24: “Che il diritto salariale delle casalinghe sia fissato per legge”
Cronaca / Neonata ricoverata per emorragia cerebrale: risultata positiva alla cocaina
Cronaca / Vaiolo delle scimmie: ecco tutto quello che c’è da sapere
Cronaca / Rogo a Stromboli, Ambra Angiolini: “Sono qui a dare una mano, non è stata una notte facile”
Cronaca / Violante Guidotti Bentivoglio e la leucemia: “Salva grazie al midollo di un ragazzo di 19 anni”
Cronaca / Bnl scarica i disabili: così la banca di Telethon si disfa di 200 lavoratori fragili
Cronaca / Caracciolo a TPI: “A Est guardano la storia, noi l’abbiamo dimenticata. Biden? Pensa alle elezioni”
Cronaca / La colf fa causa a Gianluca Vacchi: “Costretta a ballare a tempo per i suoi Tik Tok altrimenti si arrabbiava”